Smirne: bambina di 3 anni estratta viva dalle macerie 72 ore dopo il terremoto VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Novembre 2020 11:56 | Ultimo aggiornamento: 2 Novembre 2020 11:56
Smirne: bambina di 3 anni estratta viva dalle macerie 72 ore dopo il terremoto in Turchia VIDEO

Smirne: bambina di 3 anni estratta viva dalle macerie 72 ore dopo il terremoto (Foto da video)

Smirne, una bambina di 3 anni estratta viva dalle macerie a 3 giorni dal terremoto che ha colpito Grecia e Turchia.

È stata estratta viva dalle macerie dopo quasi tre giorni la piccola Elif Perincek, una bimba turca di 3 anni rimasta intrappolata tra i detriti del palazzo dove abitava a Smirne. Edificio crollato a seguito del terremoto di venerdì scorso nel mar Egeo.

Smirne: bambina di 3 anni estratta viva dalle macerie dopo 3 giorni

“Quando ho allungato la mia mano, lei l’ha presa e non l’ha più lasciata finché non l’ho portata nella tenda dei soccorsi”. Lo ha raccontato alle tv locali Muammer Celik, il vigile del fuoco che ha salvato la piccola a 65 ore dal terremoto.

Le immagini dei soccorsi stanno facendo il giro dei media turchi. Intanto, i soccorritori continuano a scavare ininterrottamente tra le macerie, da cui emergono ancora rumori che fanno sperare nella presenza di ulteriori sopravvissuti.

Un 70enne tirato vivo dopo 33 ore sotto le macerie

I soccorritori hanno estratto un uomo di 70 anni dalle macerie di un edificio crollato nella città turca di Smirne, dopo essere rimasto sepolto per 33 ore a seguito di un potente terremoto che ha colpito la costa egea della Turchia e le isole greche. 

Ieri le autorità turche hanno reso nota la morte di altre persone a causa del sisma, portando il bilancio delle vittime a 62, tutte a Smirne, mentre due adolescenti sono morti sull’isola greca di Samos.

L’uomo, Ahmet Citim, era in uno dei 20 edifici residenziali distrutti nel quartiere Bayrakli a Smirne. Si tratta di un ex bidonville dove i vecchi edifici vulnerabili ai terremoti sono stati in parte sostituiti da nuovi progetti. Le immagini televisive hanno mostrato che gli edifici crollati erano quelli più vecchi.

Secondo l’agenzia di emergenza turca AFAD 940 persone sono rimaste ferite nel terremoto di venerdì scorso. Inoltre i soccorsi hanno fornito più di 3mila tende e 13mila letti per fornire un riparo temporaneo. Finora più di 700 persone ferite nel terremoto sono state dimesse dagli ospedali, mentre otto rimangono in terapia intensiva, ha detto il ministro della Salute Fahrettin Koca. (Fonti: Ansa, Agi, YouTube)