Spagna: F-16 greco si schianta in base Nato, 10 morti. Anche 9 feriti italiani

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Gennaio 2015 19:10 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2015 2:01
Spagna: F-16 greco si schianta in base Nato, 10 morti VIDEO

Spagna: F-16 greco si schianta in base Nato, 10 morti VIDEO

MADRID – Dieci morti e diciannove feriti, 9 dei quali italiani: è il bilancio dell’incidente nella base aerea di Las Lanos, ad Albacete, 260 km a sud di Madrid dove è precipitato un F-16 greco in fase di decollo, mentre partecipava al programma di formazione di piloti della Nato.

 “Un inferno –  racconta Fabio Bugané, 40 anni, pilota della Marina militare italiano, scampato all’incidente – La scena era terribile: rottami ovunque, aerei distrutti, persone ferite. E ancora fiamme, esplosioni. Ora, quello che resta è il dolore: il dolore per dei colleghi e degli amici che sono morti o che sono rimasti feriti in una tragedia il cui ricordo, di sicuro, mi accompagnerà per tutta la vita”.

Nell’impatto al suolo dell’F16 greco sono stati interessati numerosi velivoli della Nato che stavano partecipando al corso TLP (Tactical Leadership Programme) tra i quali anche velivoli italiani.

Tra i feriti italiani, i due più gravi hanno varie ustioni sul corpo. Gli altri sette prevalentemente escoriazioni. Si tratta di personale a terra che al momento dello schianto si trovava in prossimità degli aerei.

Sul luogo della sciagura si sono recati il capo dell’aeronautica spagnolo, generale Francisco Javier Arnaiz, e il ministro della Difesa, Pedro Morenes. Martedì anche il ministro della difesa italiano Roberta Pinotti visiterà la base insieme al capo di stato maggiore della difesa e dell’aeronautica.

Al programma Tlp della Nato partecipano, con Spagna e Italia, Belgio, Germania, Francia, Danimarca, Grecia, Gran Bretagna, e Stati Uniti, in tutto 750 persone fra piloti e personale di manutenzione. L’addestramento, al quale prendevano parte oltre 50 membri del personale militare e civile dei paesi interessati, era cominciato il 19 gennaio e sarebbe dovuto terminare il prossimo 13 febbraio.

Tre dei feriti lievi per inalazione da fumo sono stati trasferiti all’ospedale di Hellin (Albacete) e il resto nell’ospedale della città di Castilla La Mancha, anche se i più gravi saranno trasportati a unità di grandi ustionati di ospedali della capitale. Nella zona dell’incidente ancora lavorano numerose squadre di vigili del fuoco, ambulanze e unità di rianimazione.

(Foto Ansa)