Batterio New Delhi: salgono a 119 casi in Toscana, il 34% letale

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 Ottobre 2019 7:00 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2019 0:39
Batterio New Delhi: 119 casi in Toscana, il 34% letale

Nella foto Ansa, il batterio New Delhi

FIRENZE  –  Sono ormai 119 dallo scorso novembre i pazienti in Toscana nel cui sangue è stato isolato il batterio New Delhi. E’ il dato, aggiornato al 6 ottobre, diffuso sul proprio sito dall’Agenzia regionale di sanità (Ars) della Toscana che ogni mercoledì pubblica il monitoraggio settimanale sulla diffusione del superbatterio Ndm.

Riguardo alla mortalità, Ars spiega che “i casi sono risultati letali nel 34% dei pazienti con sepsi (non necessariamente si tratta di decessi dovuti all’infezione specifica), percentuale paragonabile alla letalità per questa condizione causata da altri batteri resistenti agli antibiotici carbapenemici”.

La settimana scorsa, il 2 ottobre, il batterio Ndm risultava essere stato isolato nel sangue di 109 pazienti mentre i casi erano risultati letali nel 35%. 

Il superbatterio New Delhi (Ndm), variante della Klebsiella pneumonie particolarmente resistente agli antibiotici, si sarebbe diffuso dal paziente zero l’anno scorso. L’uomo è uno straniero che era stato ricoverato nel centro grandi ustionati di Pisa dopo essere stato lì trasferito dall’ospedale di Livorno. (Fonte: Ansa)