Olanda, l’Università non lo fa laureare a 9 anni. E lui va negli Usa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Dicembre 2019 14:30 | Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre 2019 14:30
Università, Ansa

Un’aula universitaria (foto d’archivio Ansa)

ROMA – L’Università non lo fa laureare a 9 anni. E lui lascia l’Olanda per andare negli Usa.

Laurent Simons, bambino prodigio di 9 anni, non riuscirà a laurearsi a dicembre in ingegneria elettrica e così ha deciso di lasciare l’Università di tecnologia di Eindhoven.

L’università, cui è iscritto Laurent, ha spiegato che non è possibile accorciare ulteriormente i tempi del corso di laurea che il bimbo talentuoso avrebbe dovuto terminare a metà del 2020. La richiesta di anticipare la sessione a dicembre era arrivata dai genitori del piccolo, intenzionati a cogliere al volo l’offerta di dottorato di ricerca arrivata da diversi atenei americani.

I docenti olandesi sono stati irremovibili: il bambino deve avere il tempo minimo necessario per sostenere tutti gli esami. “Sarebbe stato comunque un programma di studi eccezionale”, hanno spiegato in un comunicato stampa i responsabili dell’Ateneo. “Il padre di Laurent ci ha chiesto di permettere a suo figlio di laurearsi a 9 anni – quindi entro il 26 dicembre -, il che equivale a completare in 10 mesi studi che normalmente si fanno in tre anni”.

Il bambino sarebbe stato il primo laureato al mondo al di sotto dei 10 anni. Per Alexander Simons, padre del piccolo talento, le cose però stanno diversamente: “Fino a una settimana fa non c’era nessun problema legato alla tempistica, e ora, improvvisamente, è saltato fuori un ritardo di 6 mesi”, ha commentato alla Reuters. Da qui la decisione di lasciare l’Università, senza un titolo, e preparare le valigie per gli Stati Uniti. Nato da padre belga e madre olandese, per la prima fase della sua vita Laurent è cresciuto con i nonni nella località costiera belga di Ostenda.

A scuola a quattro anni, il bambino ha completato le elementari in un anno e mezzo. Gli ci sono voluti solo cinque anni per frequentare la scuola e secondaria e quasi tutta l’Università. Il suo ‘eroe’ e’ l’inventore serbo-americano Nikola Tesla, mentre ‘da grande’ il piccolo Laurent vorrebbe sviluppare un intero corpo artificiale nel proprio laboratorio. Ad oggi il laureato più giovane è l’americano Michael Kearney, che ha indossato la corona d’alloro nel giugno 1994 all’eta’ di 10 anni e 4 mesi, entrando di fatto nel Guinness dei primati.

Fonte: Agi.