Sciopero benzinai in tutta Italia l’8 e il 9 luglio per mancato rinnovo del contratto

Pubblicato il 2 Luglio 2009 18:51 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2009 18:51

Manca il rinnovo del contratto di categoria e il governo non rispetta gli impegni assunti per mettere mano alle regole del settore. I sindacati dei gestori hanno proclamato quindi uno sciopero di due giorni che terra’ i distributori di benzina chiusi per le intere giornate dell’8 e del 9 luglio.

Gli impianti resteranno chiusi sulla rete stradale dalle 19.30 di martedì 7 luglio fino alle ore 07.00 della mattina del 10 luglio. Diversi gli orari per la rete autostradale, con i distributori che chiuderanno alle 22.00 del 7 per riaprire alla stessa ora del 9 luglio. In Sicilia, lo sciopero inizierà con 24 ore di anticipo rispetto al resto d’Italia. E’ esclusa dallo sciopero la provincia dell’Aquila.

“L’industria petrolifera sta scaricando sulla rete e soprattutto sulla categoria (che è la vera spina dorsale della distribuzione) tutte le contraddizioni e le diseconomie del sistema, facendo concorrenza, sui propri stessi impianti ai propri stessi Gestori”, spiegano le tre federazioni, FAIB, FEGICA e FIGISC in una nota congiunta”.

”In questo momento, sottolineano, ci sono discriminazioni “tra gestore e gestore sulla propria rete, e si favorisce, con politiche di prezzo drasticamente penalizzanti per migliaia di piccole imprese, le ‘pompe bianche’ piuttosto che gli ipermercati, in aperta violazione delle vigenti regole della concorrenza e del mercato”.