Seppie scomparse in Veneto: no avvistamenti a Chioggia, pescatori preoccupati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Maggio 2015 9:22 | Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2015 9:23
Seppie scomparse in Veneto: no avvistamenti a Chioggia, pescatori preoccupati

Seppie scomparse in Veneto: no avvistamenti a Chioggia, pescatori preoccupati

VENEZIA – Nessun avvistamento di seppie sulla costa del Veneto. A Chioggia i pescatori sono preoccupati: in questo periodo dell’anno le seppie dovrebbero avvicinarsi alla costa per deporre le uova, ma per un motivo a cui ancora non c’er risposta non c’è quasi traccia.

Il Mattino spiega che il mancato arrivo delle seppie sta già costando caro ai pescatori, con stime di mancato guadagno fino al 10% sull’ammontare complessivo degli stipendi di un anno:

“L’evidente, estrema penuria di seppie è provata dal fatto che, in questi giorni, per far fronte alla domanda, i venditori della pescheria comunale debbono ricorrere a quelle importate dalla Francia. Il loro prezzo è di circa nove euro al chilo (caro). «Speriamo – commenta il direttore della Coopesca Alberto Corrieri – che le seppie nostrane siano solamente in ritardo anche se, ormai, la stagione tende al fuori tempo massimo. Al momento, non disponiamo di alcun ragguaglio scientifico. Posso solamente riferire che le seppie sono sparite pochi giorni dopo la loro prima, timida comparsa sotto costa. Potrebbero aver ripreso il largo a causa del maltempo fuori stagione». Molti testimoni, però, riferiscono d’aver visto stormi di gabbiani avventarsi sulle seppie, ancora gonfie di uova, scaraventate dalle onde sulla battigia. Si tratterebbe, comunque, di un fenomeno ciclico, nell’arco dei decenni.”