Letta: “Meno tasse”, Berlusconi: “Vittoria”. Invece: un bidone

Pubblicato il 19 Ottobre 2013 - 09:42 OLTRE 6 MESI FA
Letta: "Meno tasse", Berlusconi: "Vittoria". Invece: un bidone

Enrico Letta: come ti confeziono il pacco

La Beffa di Letta, che ha giurato zero tasse e zero tagli, rappresenta un educativo esempio di come i giornali, un po’ per fede un po’ per insipienza, si lascino manipolare.

Il titolo di prima pagina di Repubblica del 16 ottobre era:

“Letta, meno tasse” .

Niente al confronto con il Giornale di una settimana prima:

“Niente tasse, vince il Pdl”.

Il 16 ottobre il Giornale si era sgonfiato:

“Manovra contentino”

e il 17 era afflosciato

“14 euro per (quasi) tutti”.

Sempre il 17 ottobre, sul Fatto, Stefano Feltri e Marco Palombi mettevano una pietra tombale sulle illusioni dei sostenitori di Enrico Letta e di Berlusconi:

“Se avete una pensione superiore a 3 mila euro, avete investito i risparmi di una vita per comprare un appartamento che affittate nel centro di una grande città, sul conto titoli c’è qualche euro, e magari vostro figlio è un dipendente pubblico, allora per voi non vale lo slogan con cui Enrico Letta ha presentato la legge di Stabilità 2014: “Niente tasse e niente tagli””.