Beppe Grillo mascherato da Joker: “Sono il vero caos” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Ottobre 2019 10:01 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2019 10:01
Beppe Grillo mascherato da Joker: "Sono il vero caos" VIDEO

Beppe Grillo mascherato da Joker

ROMA – Beppe Grillo mascherato da Joker: “Sono io il vero caos”, dice in un video mandato sugli schermi allestiti sul palco dell’Arena flegrea per la festa dei dieci anni del Movimento 5 Stelle. “Io sono il vero caos”, ha detto nel video prima di apparire sul palco tra applausi e risate. Sullo schermo di lato la scritta: “Beppe Grillo, l’elevato”.

Una volta sul palco Grillo ha detto: “E’ inutile pensare che la nostra identità sia la stessa, siamo cambiati, siamo diversi dentro. Il mondo è cambiato”, è il messaggio del Fondatore che cambia il destinatario del suo Vaffa: non più il Pd, i partiti tradizionali, ma chi, quel Pd, continua a vederlo come un tabù. “Non avevamo scelta, di là c’è qualcosa di informe che si alimenta di piccoli “odietti” di paese, non voglio che restiate lì a dire “e il Pd, e il Pd…””, sottolinea l’ex comico non risparmiando una battuta sull’inglese a Di Maio e una a Conte: “il suo unico difetto? Le adenoidi…”, scherza.

In ballo, alla Festa Italia 5 Stelle, c’è poi il nodo alleanze. Di Maio di fronte alla prospettiva di un’alleanza strutturale evocata ieri da Nicola Zingaretti, si mantiene prudente. “All’ordine del giorno non c’è un patto né regionale né nazionale con il Pd”, spiega. Ma è più un messaggio rivolto a chi, all’interno del Movimento dissente che una chiusura. “Spero che l’alleanza con il Pd si ripeta in altre regioni”, sottolinea il ministro Federico D’Inca’. Ed è una strategia che, nel Movimento sta prendendo campo. “Con Zingaretti e Franceschini c’è un’ottima collaborazione, facciamo meno vertici ma più concludenti”, sottolinea Di Maio tracciando una maggiore distanza da Matteo Renzi. “Con lui lavoriamo alla prova dei voti”, avverte il leader M5S. E nel triangolo tra Conte, Di Maio e Renzi si cela il potenziale rischio di instabilità per il governo giallo-rosso. (Fonte Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).