blitztv

YOUTUBE Schianto aereo Colombia, bare della Chapecoense riunite per l’ultimo saluto FOTO

YOUTUBE Schianto aereo Colombia, bare della Chapecoense riunite per l'ultimo saluto FOTO

YOUTUBE Schianto aereo Colombia, bare della Chapecoense riunite per l’ultimo saluto FOTO (Foto Ansa)

SAN PAOLO – Uniti per l’ultima volta: le bare con i resti dei calciatori della squadra brasiliana  Chapecoense morti lunedì notte nell‘incidente aereo in Colombia sono state riunite davanti alla struttura in cui si celebreranno i funerali.

I corpi dei giocatori della Chapecoense uccisi nello schianto dell’aereo della LaMia airlines su una montagna della Colombia, non lontano da Medellin, sono stati identificati e ricomposti, per quanto possibile, per essere trasportati in patria, nella cittadina di Chapeco, in Brasile, venerdì 2 dicembre.

Qui, verranno portate nello stadio della città per un saluto collettivo a cui parteciperà anche il presidente brasiliano, Michel Temer. 

Le toccanti foto delle bare sono state diffuse giovedì primo dicembre, nelle stesse ore in cui l’Autorità boliviana dell’aviazione civile sospendeva a LaMia la licenza di volo.  La compagnia non aveva i “requisiti legali” relativi alla concessione, o autorizzazione al volo, ha precisato l’Ente dell’aviazione civile boliviana (Dgac), nel rendere nota la sospensione della licenza. LaMia non ha inoltre adempiuto a quanto richiesto quale “fornitore dei servizi aerei”, sottolinea inoltre l’ente.

Intanto migliaia di persone hanno reso omaggio mercoledì sera nello stadio Atanasio Girardot di Medellin alle 71 persone che hanno perso la vita nella sciagura aerea. “Forza Chape” è stato l’urlo che ha fatto vibrare lo stadio, dove all’inizio della cerimonia sono stati liberati 71 colombi proprio quale omaggio alle persone a bordo del volo della compagnia aerea Lamia.

Proprio nello stadio Girardot, dove erano presenti tra gli altri i familiari delle vittime, era in programma la partita di andata della Coppa Sudamericana tra il Chapecoense e l‘Atletico Nacional. Alla cerimonia hanno preso parte i ministri brasiliani degli affari esteri, José Serra, e della cultura, Roberto Freire. Senza nascondere la propria commozione, Serra ha ringraziato “i tifosi e cittadini presenti, è una luce nel buio”. “La cosa peggiore che può capitare ad una società è l’indifferenza”, ha sua volta sottolineato il sindaco di Medellin, Federico Gutierrez.

(Foto Ansa)

 

To Top