Belgio, si potrà avere un compagno di coccole durante il lockdown

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Novembre 2020 11:43 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2020 11:43
belgio compagno di coccole lockdown

Belgio, si potrà avere un compagno di coccole durante il lockdown (foto ANSA)

Il Belgio istituisce il “compagno di coccole” per resistere alla solitudine del lockdown. Il suo nome è “knuffelcontact”.

Si chiama “knuffelcontact” ovvero “compagno di coccole” ed è la figura istituita dal governo del Belgio in occasione del nuovo lockdown che andrà avanti fino al 13 dicembre. 

A definire l’idea è stato il primo ministro belga Alexander De Croo che, comunicando l’avvio della chiusura totale, ha spiegato: “Il nostro Paese è in uno stato di emergenza, in molti ospedali le capacità sono già superate e per questo dobbiamo invertire la curva. L’unica risposta è tutelare il sistema sanitario e per farlo bisogna evitare il più possibile ogni contatto fisico”.

L’eccezione è inserita tra le nuore regole riguardanti la vita sociale. “Ogni membro della famiglia in Belgio ha diritto a un compagno di coccole. Le famiglie dovrebbero invitare a casa uno solo alla volta. Non si può ricevere un’altra visita a casa. Per chi vive da solo si può invitare una persona oltre al loro knuffelcontact, ma non contemporaneamente”.

Provvedimenti simili erano state introdotte durante il primo lockdown da alcuni Paesi, anche se con le dovute differenze. In Olanda nei mesi di aprile e maggio ad esempio si parlava di “seksbuddy”, ovvero un compagno di letto. E’ questo comunque un modo per combattere la depressione, dichiarata dall’Oms come il disturbo mentale più diffuso al mondo e la seconda malattia più frequente dopo le problematiche cardiovascolari. (fonte HUFFINGTON POST)