Gb. Carlo erede al trono più anziano, nipotino George “più influente di Londra”

di Alessandro Carlini
Pubblicato il 21 settembre 2013 6:00 | Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2013 23:47
Gb. Carlo erede al trono più anziano, nipotino George "più influente di Londra"

William, Kate Middleton e il principino George (Foto LaPresse)

(da Ansa) LONDRA – Carlo batte nuovi record di anzianità nell’attesa di diventare re e intanto il principino George ‘scalcia’ e viene già spacciato come come “persona più influente di Londra”. Non potrebbero essere più lontani nonno e nipote, uniti dal destino di eredi al trono del Regno Unito.

Proprio il 20 settembre il principe di Galles ha conquistato il non invidiabile primato di erede maschio più anziano nella storia del Regno. Arrivando a 64 anni, 10 mesi e sei giorni di vita ha superato di un giorno il record precedente che apparteneva a Guglielmo IV, diventato sovrano dopo la morte di suo fratello Giorgio IV nel 1830.

Sebbene poco conosciuta, resta una donna a detenere il ‘titolo’: si tratta di Sofia di Hannover, che morì nel 1714 a 83 anni. Ma nel suo caso erano pochissime le possibilità che potesse conquistare la corona. Carlo invece si prepara da decenni. Divenne primo in linea di successione a tre anni, nel lontano 1952: il nonno Giorgio VI moriva e la madre Elisabetta II diventava regina a 25 anni.

Da allora il principe continua ad attendere, e anche in questo non ha eguali nei libri di storia, l’accesso al trono per la straordinaria longevità della sovrana: in perfetta salute a 87 anni. Ma l’età della regina non si può ignorare e negli ultimi mesi per consentirle di risparmiare le energie in diverse occasioni sono stati delegati impegni ufficiali proprio a Carlo, che si disimpegna con la moglie Camilla al suo fianco.

”Ha il migliore senso dell’humour che io conosca”, ha detto il principe della duchessa in una intervista a un magazine australiano. Il fatto di essere diventato nonno, dopo la nascita del ‘royal baby’ lo scorso 22 luglio, di sicuro ha alzato le sue ‘quotazioni’ tra i britannici, che verso di lui non hanno mai provato un particolare amore. Ma nulla in confronto al piccolo George per cui i sudditi impazziscono e che rappresenta il nuovo nella famiglia reale simbolo di tradizione.

George, nonostante abbia poche settimane di vita, ha superato tutti nell’ultima versione della consueta lista delle ‘1000 persone più influenti a Londra’ compilata dall’Evening Standard: battendo anche il sindaco Boris Johnson e il primo ministro David Cameron. Non è un caso se nella top 20 ci sono i genitori del ‘royal baby’ (William e Kate), la regina, ma non il nonno Carlo. ”E’ la nostra più grande attrazione turistica, insieme con la sua bisnonna (la regina Elisabetta II), ed è per questo che è stato scelto quest’anno come il primo tra i londinesi”, ha spiegato Sarah Sands dell’Evening Standard.