Genitori tornano a casa col bimbo sbagliato, l’ospedale: “L’infermiera li ha scambiati”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 maggio 2018 20:18 | Ultimo aggiornamento: 17 maggio 2018 20:18
genitori bimbo sbagliato ospedale

Genitori tornano a casa col bimbo sbagliato, l’ospedale: “L’infermiera li ha scambiati”

PODGORICA (MONTENEGRO) – I genitori di un neonato sono tornati a casa dopo il parto quando hanno scoperto di aver ricevuto il bambino sbagliato. I responsabili dell’ospedale di Podgorica, la capitale del Montenegro, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] hanno avviato un’indagine sull’incidente e hanno accusato un’infermiera di aver commesso l’errore. Secondo quanto riportato dai media locali la donna non avrebbe seguito le procedure.

I genitori hanno lasciato l’ospedale pensando di portare a casa la loro bambina, ma hanno subito realizzato che qualcosa non andava. Secondo il rapporto, la coppia è tornata in ospedale dopo aver notato che il braccialetto di riconoscimento della madre e del bambino non corrispondevano.

In una dichiarazione, l’ospedale ha detto che i dottori e le infermiere che erano in servizio quando è avvenuto lo scambio di minori dovranno affrontare misure disciplinari: “Tutti i responsabili saranno sanzionati”.

Il direttore dell’ospedale ha dichiarato che “non vi è alcuna giustificazione per l’incidente e che l’indagine avrà lo scopo di scoprire se il bambino sia stato scambiato deliberatamente o per sbaglio”. L’infermiera in carica lavorava in ospedale da 20 anni e la direzione dell’ospedale non si capacita di come un tale errore possa essere accaduto.

I media locali hanno riferito che è stata presentata una denuncia penale contro l’infermiera e che il ministro della salute del Montenegro, Kenan Hrapovic, ha chiesto personalmente il licenziamento del capo del reparto maternità. Il ministro si è scusato con la famiglia per l’episodio spiacevole e ha aggiunto: “È inconcepibile che nel 21° secolo si verifichino ancora questi episodi”.