Torna la paura Grecia, Spiegel: “Debito raddoppiato, 20 mld di €”. Nuovi aiuti?

Pubblicato il 23 settembre 2012 11:57 | Ultimo aggiornamento: 23 settembre 2012 11:58
euro

(Foto LaPresse)

ATENE – La Grecia rischia ancora il crac:  secondo il giornale tedesco Spiegel, il buco del debito pubblico greco sarebbe raddoppiato raggiungendo i 20 miliardi di euro. Altro che ripresa, altro che Europa che torna, lievemente, a respirare, altro che aiuti della Bce: torna, con ancora più forza, la paura di perderci per strada un pezzo e che la caduta della Grecia possa contagiare anche noi.

Secondo il settimanale tedesco i numeri arrivano da un’analisi compiuta dalla Troika: Banca Centrale Europea, Fondo Monetario Internazionale e Unione Europea. In un passaggio dell’articolo si scopre che il premier Antonis Samaras avrebbe anche chiesto che i creditori pubblici del suo Paese rinuncino ad una parte delle loro pretese, tagliando di fatto una parte del debito greco. Lo stesso primo ministro torna a invocare una proroga di due anni per rimettere a posto i conti pubblici. Che vorrebbe dire nuovi aiuti da parte dell’Eurozona, stimati intorno ai 20 miliardi di euro.