L’isola del tesoro vichingo sul Baltico: rinvenute monete di mille anni fa e il martello di Thor

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 aprile 2018 9:59 | Ultimo aggiornamento: 17 aprile 2018 9:59
L'isola del tesoro vichingo sul Baltico: rinvenute monete di mille anni fa e il martello di Thor

L’isola del tesoro vichingo sul Baltico: rinvenute monete di mille anni fa e il martello di Thor

ROMA – Eccezionale ritrovamento archeologico sull’isola di Ruegen, nel Baltico meridionale che si affaccia sulla Germania: anelli, orecchini, bracciali, gioielli, 600 monete d’argento dell’anno mille, più un martello di Thor.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

Si tratta di un tesoro vichingo dell’anno mille, regnante Aroldo I di Danimarca, colui che abbracciò la fede cristiana riunendo le tribù del nord, il re “Blue Tooth”, Dente Azzurro. Il primo a rinvenire una moneta è stato un ragazzino di tredici anni appassionato di archeologia in un campo dell’isola: stava facendo da assistente al suo mentore.

All’inizio, Luca Malaschnittschenko pensava di aver trovato l’ennesimo pezzo di alluminio senza valore. Ma quando il tredicenne con la passione dell’archeologia ha pulito via la terra da quel minuscolo oggetto insieme al suo mentore, Ralf Schoen, i due sono rimasti a bocca aperta. Quando hanno capito di aver trovato qualcosa di importante, in quel campo agricolo in mezzo al nulla che stavano scandagliando con il metal detector, lo hanno consegnato all’istituto archeologico del Meclemburgo-Pomerania. E dagli specialisti è arrivata la conferma: avevano tra le mani una moneta vecchia di mille anni. (Tonia Mastrobuoni, La Repubblica)

Qualche delucidazione va data su Aroldo, Harald, il cui soprannome oggi circola per indicare un dispositivo di comunicazione senza fili tra gadget digitali. Blue Tooth, dente azzurro perché forse aveva qualche dente marcio, o per l’usanza di qualche clan guerriero di colorarsi i denti, fu scelto dalla Ericcson per dare il nome allo standard bluetooth. Per la sua abilità di mediatore e capacità di riunire. Se si guarda al logo, si noterà la combinazione giustapposta delle iniziali H e B in caratteri runici: Harald Bluetooth.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other