Londra violenta: aggressioni con l’acido e sparatorie. Anche la polizia presa di mira

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 settembre 2018 6:00 | Ultimo aggiornamento: 31 agosto 2018 21:23
Londra violenta: aggressioni con l'acido e sparatorie. Anche la polizia presa di mira

Londra violenta: aggressioni con l’acido e sparatorie. Anche la polizia presa di mira (Foto Ansa)

LONDRA – Sparatorie, aggressioni con l’acido, accoltellamenti: Londra sembra sia diventata più violenta di New York ma Cressidra Dick, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] commissario di polizia del Met, nega che alcune zone siano “inaccessibili” alle forze dell’ordine, pur ammettendo che la gente del posto a volte applaude i delinquenti che vengono affrontati dagli agenti.

I commenti della Dick arrivano in seguito a un filmato in cui due poliziotti vengono presi a calci tra le urla di una folla inferocita mentre tentano di arrestare un sospetto da McDonald’s a Hackney, nella zona est di Londra.  Il commissario sostiene tuttavia che “non ci sono zone inaccessibili. Gli agenti di polizia sono in grado di svolgere al meglio il loro lavoro”.

Ken Marsh, capo della Police Federation’s London, ha accusato chi giudica gli agenti troppo indulgenti. “Ho sentito i giudici dire apertamente in tribunale ‘come agente di polizia dovrebbe aspettarselo'”. Aggiunge Marsh: “Quando inizi a sentire cose del genere, è il completo fallimento della società”.

Le forze di polizia sono furiose anche per altri episodi, tra cui uno in cui alcune persone definite “disgustose” che invece di correre in soccorso di un agente fatto cadere dalla bicicletta durante un inseguimento, con i cellulari hanno filmato l’accaduto.

Nel frattempo, Xeneral Webster, 19 anni, è stato condannato a 17 anni di carcere: nel Regno Unito rappresenta il primo caso di omicidio con l’acido. Webster o “Il Generale”, che faceva parte della gang rap 12 World con base a Shepherd’s Bush nella zona ovest di Londra, in costante conflitto con la gang rivale 1011, ha ammesso l’omicidio preterintenzionale di Joanne Rand. Nel giugno scorso la badante 47enne era stata colpita incidentalmente dall’acido lanciato da Webster.

Il giovane stesso, in passato, ha subito un attacco con l’acido e ancora sono visibili i segni sul suo volto.
La Rand è stata colpita nel giugno scorso a Frogmoore, dopo essere andata a visitare la tomba della figlia. Era seduta su una panchina quando Webster ha lanciato l’acido: voleva colpire un altro uomo e “aveva intenzione di procurargli un pesante danno” ha detto il pm ma il liquido è andato nella direzione della Rand. La donna era stata ricoverata in ospedale, poi dimessa ma a causa delle ustioni ha contratto la setticemia ed è morta 11 giorni dopo.