L’Ungheria richiama riservisti contro immigrazione di massa

Pubblicato il 19 Settembre 2015 11:16 | Ultimo aggiornamento: 19 Settembre 2015 11:16
Migranti in Ungheria

Migranti in Ungheria

UNGHERIA, BUDAPEST – L’Ungheria ha richiamato i riservisti per “gestire la situazione dell’immigrazione di massa”. Lo riferiscono sabato i media ungheresi.

L’Ungheria ha poi esteso ad altre due regioni meridionali lo stato di emergenza proclamato nei giorni scorsi in alcuni distretti del Paese a causa del massiccio afflusso di migranti.

Come ha detto il ministro degli Esteri Peter Szijjarto, citato dai media serbi, le nuove regioni interessate sono al confine con la Croazia, da dove è cominciato l’afflusso di migranti in Ungheria. Per Szijjarto le autorità croate hanno perso il controllo sul forte flusso di profughi.

Sono oltre duecentomila i migranti arrivati in Ungheria dall’inizio dell’anno. È quanto hanno reso noto le forze dell’ordine ungheresi. Dal 1 gennaio sono arrivati 200.778 richiedenti asilo, secondo questi dati. La maggior parte sono arrivati dalla Serbia per proseguire in altri Paesi dell’ovest.