Migranti, tensione con la polizia in Spagna e Maceonia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Settembre 2015 14:15 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2015 14:16
Migranti, tensione con la polizia in Spagna e Maceonia

Migranti, tensione con la polizia in Spagna e Maceonia

MADRID – Mentre l’Europa pensa a come gestire i profughi, in Spagna e Macedonia la polizia usa maniere forti per sedare i tafferugli.

Le forze anti-sommossa spagnole sono intervenute domenica notte nel centro per stranieri (Cie) di Zapadores, a Valencia, usando anche proiettili di gomma, per reprimere la rivolta di alcune decine di immigrati, riferisce la stampa di Madrid.

Nel centro sono trattenuti cittadini stranieri, per lo più nordafricani, in attesa di espulsione. Gli incidenti sono iniziati verso la mezzanotte, riferisce El Pais, quando una cinquantina di immigrati si è scontrata con gli agenti del centro, uno dei quali è stato colpito al volto mentre a un altro sono state sottratte le chiavi.

Lunedì mattina ci sono stati tafferugli tra polizia macedone e migranti, al confine con la Grecia. Gli incidenti sono scoppiati all’alba quando circa 2 mila migranti, in attesa nella località greca di Idomeni, hanno cercato di entrare in Macedonia in massa, mentre le autorità di Skopje consentono l’ingresso a piccoli gruppi ogni mezz’ora. Dopo momenti di alta tensione, la situazione si è calmata, con le autorità di Skopje che hanno consentito l’ingresso in Macedonia a un migliaio di migranti fino a metà giornata.