Nomi dei figli, Nutella e Fragola vietati. Almeno in Francia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Gennaio 2015 8:57 | Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio 2015 10:22
Nomi dei figli, Nutella e Fragola vietati. Almeno in Francia

Nomi dei figli, Nutella e Fragola vietati. Almeno in Francia

PARIGI – Non si possono chiamare i propri figli “Nutella” e “Fragola” (“Fraise”). Almeno in Francia. Lo ha deciso il tribunale di Valenciennes, nel nord del Paese, giudicando “contraria all’interesse dei bambini” la scelta dei genitori (cioè a rischio derisione). Una sentenza che in Italia, tra i vari Chanel e Nathan Falco, farebbe strage di appellativi.

Ma in gli ufficiali dello Stato civile, spiega ‘La Voix du Nord, sono meno permissivi, se ritengono che un nome sia in contrasto con l’interesse del piccolo(o della piccola) informano il Procuratore, che può deciderne la soppressione. E così due coppie che avevano deciso di chiamare i propri figli ispirandosi alla cucina si sono dovuti reinventare i nomi.

Nel caso di “Nutella”, l’ufficiale dello Stato civile ha avvisato il procuratore di Valenciennes che ha ordinato che il nome venisse soppresso dai registri dello Stato e, in assenza dei genitori della piccola durante l’udienza di fine novembre, ha deciso di ribattezzare la piccola “Ella”.

Stessa decisione nei confronti di un’altra coppia che voleva battezzare la propria bimba “Fraise”, “Fragola”. Per il Tribunale questo nome “sarebbe necessariamente all’origine di beffe” e “avrebbe delle ripercussioni negative per la bambina”. Così la piccola è stata chiamata “Fraisine”, un nome utilizzato in Francia nell’Ottocento.