Porsche/ Perquisita la sede di Stoccarda, ipotesi turbativa del mercato

Pubblicato il 21 agosto 2009 0:33 | Ultimo aggiornamento: 21 agosto 2009 0:33

La sede di Stoccarda della Porsche, casa automobilistica tedesca, è stata perquisita dagli inquirenti che hanno sequestrato alcuni documenti di lavoro.

L’ex amministratore delegato della Porsche Wendelin Wiedeking è indagato per aggiotaggio, insieme con l’ex direttore finanziario Holger Hearter, nell’ambito di un’inchiesta per sospette manipolazioni di mercato sulle azioni Volkswagen. Porsche, in una nota, ha confermato che Wiedeking e Haerter erano fra gli obiettivi dell’indagine.

Alla base del procedimento, avviato su segnalazione del Bafin (l’equivalente tedesco della Consob), le oscillazioni di borsa del titolo Volkswagen che l’autunno scorso arrivò ai mille euro per azione sulle indiscrezioni riguardo la scalata, fallita, di Porsche.

Wiedeking si è dimesso il mese scorso con una buonuscita di alcune decine di milioni di euro, favorendo il raggiungimento dell’accordo che porterà alla fusione fra Porsche e Volkswagen entro il 2011.