Terremoto Bosnia-Erzegovina, scossa magnitudo 3.9 nel sud

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Novembre 2019 12:45 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2019 13:33
sismografo ansa

Un sismografo usato per misurare la magnitudo dei terremoti (Ansa)

BELGRADO –  Una scossa di terremoto di magnitudo 3.9 si è registrata la mattina di oggi, martedì 19 novembre, poco prima delle 10 nel sud della Bosnia-Erzegovina.

Nel darne notizia, i media serbi riferiscono che l’epicentro del sisma è stato localizzato a pochi km da Ljubuski, a sud di Mostar. Non sono giunte notizie di eventuali danni.

Bosnia, scosse di terremoto anche sabato 2 e domenica 3 novembre 

La scossa segue quella avvenuta nella Bosnia centrale lo scorso 3 novembre di magnitudo 3.3 e registrata di mattina verso le 6,30 nella parte centrale del Paese balcanico. La scossa era a sua volta avvenuta dopo quella di magnitudo 5.1 registrata verso le 15,13 della giornata di sabato 2 novembre. Anche in questi due casi non sono stati segnalati danni a persone o cose. 

L’epicentro della scossa avenuta domenica 3 novembre era stato localizzato a pochi km da Travnik, a nordovest di Sarajevo. L’epicentro della scossa di sabato 2 novembre avvenuta invece come epicentro una località 14 km a sud di Turbet, 85 km a nordovest di Sarajevo, e una profondità di 5 km. In questo caso, la scossa era stata avvertita anche nelle vicinanze di Sarajevo e a Tuzla. Come osservato dai media locali quel giorno, si è trattato del terremoto più forte registratosi in Bosnia-Erzegovina negli ultimi anni.

Fonte: Ansa