Tragedia aerea evitata per 19 secondi: la collisione avrebbe fatto 268 morti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Dicembre 2019 14:21 | Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre 2019 14:21
Tragedia aerea evitata per 19 secondi: la collisione avrebbe fatto 268 morti

Tragedia aerea evitata per 19 secondi: la collisione avrebbe fatto 268 morti

ROMA – Una tragedia aerea evitata per appena 19 secondi. Ci sono 268 vite risparmiate, dal momento che né il sistema di segnalazione a bordo di uno degli aerei coinvolti, né il personale a terra si sono accorti di quello che stava accadendo. E’ stato un addetto dalla sala di comando sulla terraferma a innescare con un errore quella che poteva portare a una collisione mortale tra due aerei sopra la Spagna.

È quanto emerge dalle sedici pagine dell’informativa tecnica pubblicata pochi giorni fa dalla Commissione spagnola di indagine per gli incidenti nell’aviazione civile (Ciaiac). Il fatto è accaduto alle 20:20 del 10 novembre 2018, oltre un anno fa, sopra la penisola iberica e ha coinvolto un Airbus A320 della low cost ungherese Wizz Air partito da Craiova (Romania) con 169 persone a bordo e un Embraer E195 di Aeronova (per conto della spagnola Air Europa Express) decollato da Venezia con 99 persone: entrambi i velivoli si stavano avvicinando all’aeroporto di Madrid.

A ricostruire il tutto è il Corriere della Sera, secondo cui gli investigatori hanno ricevuto una segnalazione di “collisione evitata” e hanno poi recuperato i dati relativi alle prestazioni dell’aeromobile. “La dinamica inizia a 200 chilometri dall’aeroporto spagnolo. Il volo Wizz Air W6 3763 sta volando a quota 31 mila piedi (9.450 metri) a 501 chilometri orari, mentre il collegamento di Air Europa UX 1084 si trova a 29 mila piedi (8.840 metri) e procede a 431 chilometri orari. A vedere le carte aeronautiche che ricostruiscono l’accaduto l’Airbus è sopra l’Embraer e indietro di pochi chilometri”.

La situazione si complica alle 20 e 18, quando dalla torre di controllo di Madrid indicano al comandante del volo Wizz Air di scendere a “livello tre zero zero”, cioè 30mila piedi  (9.144 metri). I piloti non rispondono così dal centro di comando una decina di secondi dopo ripetono l’ordine, con un errore importante: “Volo Wizz Air, scendete a quota due zero zero”, ovvero 20mila piedi (6.096 metri). Si tratta di una quota inferiore a quella a cui sta viaggiando  l’Embraer di Air Europa.

La comunicazione viene recepita alle 20:18:50 e il volo Wizz Air inizia immediatamente una discesa. Alle 20:20:05 la cabina dell’Embraer, che si trova sotto, riceve l’avviso di pericolo dal proprio sistema di allerta del traffico ed elusione di collisione, e il comandante avvisa la torre di controllo di quanto accaduto. Dall’analisi dei dati di volo è poi emerso che la distanza tra i due aerei è stata veramente minima, di 61 metri in verticale e 370 metri in orizzontale. Il report investigativo tuttavia assolve tutti. (Fonte Corriere della Sera).