Avvocato: “Claudio Amendola troppo rozzo per fare Carminati”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Ottobre 2015 18:52 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2015 18:52
Avvocato: "Claudio Amendola troppo rozzo per fare Carminati"

Avvocato: “Claudio Amendola troppo rozzo per fare Carminati”

ROMA – Claudio Amendola è “troppo rozzo” per interpretare la parte ispirata a Massimo Carminati. Sarebbe stato indicato un attore “un po’ più fine” come Kim Rossi Stuart. Parole che hanno decisamente il sapore dell’insulto pronunciate da Giosuè Naso, l’avvocato che difende proprio Carminati nel processo Mafia Capitale.

Parole, quelle del legale, che arrivano durante un’intervista a Radio Cusano Campus. Naso, interpellato esordisce un po’ scherzando e un po’ no con la richiesta a Giancarlo De Cataldo, autore di “Suburra”, dei diritti d’autore.

Ma non basta. Il legale se la prende e non poco anche con Claudio Amendola, l’attore c che nella fiction Rai ispirata all’opera di De Cataldo dovrebbe interpretare il personaggio di Samurai, il personaggio che, per dirla con l’avvocato “dovrebbe rievocare la figura di Carminati.”

Ma Naso non gradisce il casting. E lo dice chiaramente: “Amendola è immediato, un po’ grezzo, un po’ greve. Carminati è più raffinato, più meditato, più fine, anche fisicamente. Da ragazzo era molto bello. Nell’interpretarlo avrei visto bene un Kim Rossi Stuart. Amendola nelle interpretazioni che va a fare è sempre un po’ becero.”

“Non credo però che un filmetto come Suburra possa influenzare i giudici nel processo. Non ho alcuna preoccupazione di tal genere – conclude il legale tornando a farsi serio – In aula comunque riusciremo a far cadere l’accusa di mafia.”