Che tempo farà nei prossimi giorni: ancora maltempo, Italia spaccata in due e rischio eventi estremi

di redazione cronaca
Pubblicato il 18 Maggio 2024 - 20:55
tempo prossimi giorni

foto ANSA

Dopo una severa ondata di maltempo, l’Italia sta per godere di una momentanea tregua. La saccatura responsabile delle recenti avversità sta gradualmente perdendo efficacia spostandosi verso ovest, promettendo un miglioramento delle condizioni atmosferiche nel Nord Italia. Tuttavia, persiste una moderata instabilità, soprattutto nelle ore centrali di sabato 18 maggio. I fenomeni meteorologici saranno limitati principalmente alle zone alpine e prealpine, con occasionali incursioni nelle pianure settentrionali, in particolare in Piemonte. La situazione potrebbe complicarsi all’inizio della prossima settimana a causa del connubio tra un vortice africano in arrivo e quello ancora presente tra Spagna ed Europa centrale, creando una situazione meteorologica instabile con potenziali nubifragi e grandinate.

Che tempo farà nei prossimi giorni

Domenica 19 maggio

Al Nord, previsti ampi spazi soleggiati, con possibili addensamenti mattutini e isolati piovaschi o temporali pomeridiani vicino alle Alpi. Al Centro, tempo instabile con rovesci e temporali, soprattutto nelle zone interne e lungo l’Appennino, ma con miglioramenti verso sera. Al Sud, cielo irregolarmente nuvoloso con rovesci intermittenti e temporali, localmente intensi in Sicilia, Calabria, Campania interna, Basilicata e Puglia centrale, con un generale miglioramento entro sera. Le temperature saranno in lieve calo al Centro-Sud, con venti deboli o moderati da sud e mari poco mossi o localmente mossi.

Prossima settimana 

L’Italia si prepara a un ritorno delle correnti instabili, con un vortice africano che contribuirà a formare un minimo di bassa pressione. Questa combinazione di masse d’aria fresche oceaniche e calde nord-africane creerà contrasti atmosferici significativi, favorendo forti piogge e temporali violenti, con rischio di nubifragi e grandinate, soprattutto nelle regioni centro-settentrionali.

I primi temporali sono attesi nella notte tra domenica e lunedì sulle regioni centrali, la Sardegna e il Nordovest, con fenomeni più diffusi a partire dal pomeriggio di lunedì, estendendosi alla Lombardia e al resto del Centro durante la serata. La fase più critica del maltempo potrebbe verificarsi nella notte tra lunedì e martedì, con fenomeni intensi e localmente diluviali su gran parte del Nord e del Centro. Martedì si prevede un miglioramento iniziale da ovest, ma con fenomeni ancora intensi al Nord, mentre le regioni meridionali dovrebbero rimanere relativamente al di fuori del peggioramento, sebbene qualche piovasco non sia escluso. Le temperature caleranno nuovamente al Centro e Nord, mentre al Sud rimarranno su valori tipicamente estivi.

Al Nordovest, nubi sparse con ampie schiarite sulle Alpi occidentali, nuvoloso altrove con locali aperture. Al Nordest, sereno in Romagna, coperto con pioggia moderata sulle Dolomiti, nubi sparse altrove. Al Centro, nubi sparse con ampie schiarite sui litorali tirrenici, nuvoloso con locali aperture sulle pianure toscane e sulla dorsale laziale. Sull’Adriatico, sereno sui litorali e subappenniniche, nubi sparse sulla dorsale. Al Sud, nubi sparse con ampie schiarite sulla dorsale campana, sereno sulla dorsale calabra, nubi sparse altrove. Sulle isole maggiori, nubi sparse su interne sarde, sereno altrove.