Concorso scuola, leggi e scarica il testo del ministero

Pubblicato il 25 settembre 2012 17:32 | Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2012 17:45
Il ministro Francesco Profumo

Il ministro Francesco Profumo (Foto Lapresse)

ROMA – Dopo gli annunci il bando per quasi dodicimila nuovi professori in tre anni è realtà. E’ la prima volta dal 1999 che non si fanno concorsi per nuovi professori. Ma non mancano le critiche con quello che è stato definito da alcuni insegnanti e soprattutto precari un “concorso truffa”.

La formula del concorsone è quella dei quiz, 50 domande per 50 minuti. E per un terzo si tratterà di domande di logica. In tutto i posti a disposizione sono 11.542.

Per leggere il documento integrale del concorso clicca qui.

Il concorso garantirà la copertura di 7.351 posti per l’anno scolastico 2013-2014 e 4.191 per l’anno scolastico 2014-2015. Circa un terzo dei neoassunti (3.500 docenti circa) entreranno nella scuola primaria, 2.400 conquisteranno una cattedra in ‘ambito lettere’ alle superiori, 1.400 approderanno nella scuola dell’infanzia e un migliaio di posti sono destinati al ”sostegno”.

Una delle novità più contestate è che conquisterà l’abilitazione all’insegnamento solo chi rientrerà nel numero dei posti messi a concorso nella  regione. Se, ad esempio, in una regione ci sono 100 posti a cattedra per l’inglese alle superiori, il 101° classificato non otterrà nemmeno l’abilitazione, come invece avveniva in passato.

Per di più i posti messi a concorso saranno garantiti dal ministero in uno o più anni: l’immissione in ruolo potrebbe avvenire in un solo anno, se si dovessero liberare i posti per effetto dei pensionamenti, oppure in più anni se i posti si dovessero liberare in due o tre anni.

Ci sono poi alcune regioni, come il Friuli Venezia Giulia, in cui le assunzioni saranno solo 54.