Coronavirus, ladri di farmacie rubano soldi e medicine. Furti infami senza cuore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Marzo 2020 11:00 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2020 11:00
Coronavirus, ladri di farmacie rubano soldi e medicine. Furti infami senza cuore

Coronavirus, ladri di farmacie rubano soldi e medicine. Furti infami senza cuore (Foto Ansa)

ROMA – Ladri e pure infami senza cuore. Non troviamo altra definizione per chi a Roma sta rubando soldi e medicine alle farmacie. Furti fatti senza vergogna, senza ritegno, in un periodo di emergenza sanitaria nazionale per il coronavirus.

Le farmacie sono tra le poche attività rimaste aperte dopo le nuove misure per il contenimento dell’epidemia di coronavirus e dunque possono assicurare un bottino ai ladri. I ladri senza cuore sono entrati in azione in via dei Gelsi a Centocelle. Un uomo ha utilizzato un cordolo del marciapiede per mandare in frantumi la vetrina e, una volta all’interno, ha rubato circa 2.500 euro. Sulla vicenda indaga la polizia.  Un tentato furto si è verificato anche in una farmacia di via delle Betulle, nello stesso quartiere.

Due notti fa invece nel mirino dei ladri c’è stata una farmacia di via Pisino a Tor de Schiavi. Anche in questo caso i responsabili hanno rotto la vetrina e rubato mille euro di incasso. 

Ma non solo. Molti farmacisti hanno subito anche rapine a mano armata, da dei ladri che oltre all’incasso si sono fatti consegnare anche dei farmaci. “La situazione è molto difficile, siamo sotto assedio. Oltre quattro farmacie sono state devastate e rapinate a Roma, abbiamo paura”. È la testimonianza di Mariagrazia Mediati, farmacista titolare in zona Prenestina. Lancia un appello: “Cittadini e Forze dell’ordine dovete starci vicini, perché siamo in grande difficoltà”.

Oltre alla paura di contrarre il virus lavorando senza le necessarie protezioni, la situazione “è molto difficile anche dal punto della sicurezza”, racconta all’Adnkronos. “Nelle farmacie rapinate hanno rotto le vetrine, scassinato le casse, presi soldi e farmaci. Alcuni di noi hanno subito rapine a mano armata”. Ladri e pure infami senza cuore. (Fonte Adnkronos).