Maltempo Friuli, con l’auto in una strada vietata: muore travolto dalla corrente

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 Dicembre 2019 9:50 | Ultimo aggiornamento: 21 Dicembre 2019 9:50
Maltempo Friuli, con l'auto in una strada vietata: muore travolto dalla corrente

Una strada allagata per il maltempo (foto archivio Ansa)

PORDENONE – La strada era stata chiusa per allerta meteo ma, nonostante il divieto, ha deciso comunque di proseguire e di guadare il torrente, finendo travolto dalla corrente. E’ morto così un uomo in Friuli Venezia Giulia. La tragedia si è consumata venerdì notte tra Zoppola e Cordenons, in provincia di Pordenone.

Le autorità locali, a causa del maltempo, avevano diramato un’allerta arancione, che comporta una serie di prescrizioni compresa la chiusura di alcune strade. Tra queste, quella dove è morto l’uomo, tanto che l’accesso era stato chiuso con una sbarra.

Secondo una prima ricostruzione, attorno all’1.30 della scorsa notte, l’uomo ha oltrepassato la sbarra che da venerdì impedisce l’utilizzo della strada, convinto di poter raggiungere l’altra sponda nonostante la presenza di una notevole quantità di acqua sulla carreggiata. Quando ha capito di essere rimasto intrappolato ha chiesto aiuto ai soccorritori telefonando alla centrale operativa unica.

I Vigili del fuoco che sono arrivati tempestivamente sul posto hanno provato a salvarlo, ma la furia delle acque ha trascinato via l’auto, impedendo ai soccorritori di raggiungerlo. Sono ora in corso le operazioni di recupero del veicolo, con all’interno il conducente – che nella telefonata al 112 aveva riferito di essere da solo – condotte dalle squadre Speleo alpino fluviali dei pompieri e dai sommozzatori giunti da Trieste.

Fonte: Ansa