Maltempo al nord: nubifragio e alberi caduti a Padova, tromba d’aria in Versilia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 luglio 2018 9:41 | Ultimo aggiornamento: 22 luglio 2018 11:39
Maltempo al nord: nubifragio Padova, tromba d'aria Versilia, allagamenti

Maltempo al nord: nubifragio e alberi caduti a Padova, tromba d’aria in Versilia

PADOVA –  Centinaia di alberi caduti a Padova, anche piante secolari nella centrale piazza. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Una tromba d’aria che ha rovesciato una decina di barche a vela in Versilia e ancora allagamenti e disagi per le intense piogge nell’Alessandrino. Il maltempo ha flagellato il nord Italia sabato 21 luglio, causando danni e disagi tra temporali, raffiche di vento violente, grandinate e piccoli tornado.

Solo nel pomeriggio del 21 luglio, un violento nubifragio si è abbattuto sulla città di Padova insieme ad un vento fortissimo, provocando la caduta di centinaia di alberi tra cui alcune delle “Sophore japoniche” secolari in Piazza Capitaniato, davanti alla facoltà di lettere del Liviano. Anche la viabilità cittadina ha risentito del maltempo, con molti tratti di strade e della tangenziale esterna invase dagli alberi, schiantati al suolo dal fortunale.

Centinaia le richieste di intervento giunte ai vigili del fuoco, per allagamenti e piante pericolanti. Finito sott’acqua il sottopasso della stazione ferroviaria. Anche il Palazzo del Bo, sede dell’Università, tra le vittime del maltempo: una vetrata è stata infranta dal vento ed è caduta in pezzi in strada. Un po’ tutto il Veneto ha patito gli effetti del nuovo fronte temporalesco, che ha anche fatto crollare le temperature. Sulla Marmolada, agli oltre 3000 metri del rifugio di Punta Penia, una nevicata di luglio ha imbiancato il paesaggio.

Un violento temporale ha interessato la zona del torinese. Si è allagato il Pronto soccorso di Chivasso, che è stato chiuso per circa un paio d’ore per consentire ai vigili del fuoco di prosciugare l’acqua. I pazienti sono stati trasferiti nella sala gessi. Numerosi gli interventi effettuati anche in cantine, garage, sottopassi e strade allagate.

Forti temporali, con raffiche di vento e grandine, anche sull’Astigiano. Decine le chiamate alla centrale operativa dei vigili del fuoco, al lavoro per allagamenti, rami e alberi caduti, cartelli stradali divelti e tetti scoperchiati. In città la zona pedonale del centro è stata invasa dall’acqua e alcuni locali e negozi si sono allagati. Gravi i danni all’agricoltura.

Sulla maggior parte della provincia stamane ha smesso di piovere. A causa dell’allerta maltempo gli spettacoli di questa sera per la chiusura del Vignale Monferrato Festival sono stati annullati. Nell’Alessandrino i più colpiti sono i comuni di Castelnuovo Scrivia, Sale, Castellazzo Bormida e Piovera. Problemi anche nell’area dell’Oltrepò Pavese, con diversi alberi caduti a Voghera e un’auto bloccata in un sottopassaggio. Sempre a causa del maltempo, è stato interrotto ieri sera, in Castello a Pavia, il concerto di Joe Satriani.

Una parte del tetto della chiesa di Sant’Agnese, a Vercelli, è crollata per effetto del forte vento che si è abbattuto, sempre ieri sera, sulla città. Nessun danno alle volte. Ora la chiesa è inagibile e le funzioni religiose sono state spostate ad altra sede. In Lombardia, uno smottamento dovuto alle forti piogge che hanno colpito l’Alta Valtellina, ha imposto l’evacuazione di 20 persone dalla località Pedenosso, nel comune di Valdidentro (Sondrio). E sempre a titolo precauzionale, il sindaco del paese Massimiliano Trabucchi ha disposto l’evacuazione di 60 bambini da una colonia che è a poca distanza dal luogo dello smottamento. I bambini hanno trascorso la notte in un’altra struttura. Una voragine, profonda circa quattro metri, si è invece aperta nel centro di Varese, in piazzale Kennedy, dove l’asfalto è sprofondato all’improvviso.

Mais e soia distrutti e danni anche su pomodori, zucche e riso è il primo bilancio fatto dalla Coldiretti di Milano, Lodi e Monza Brianza del maltempo che ha colpito la zona a sud di Milano e un’ampia fascia tra i comuni di Concorezzo e Villasanta in provincia di Monza. Le conseguenze peggiori si sono registrate nell’area a est dell’abitato di Vimercate, dove una forte grandinata ha investito decine di ettari di campi coltivati. Nel Milanese, invece, nel corso della notte una tromba d’aria con grandine ha colpito la zona di Carpiano, causando ingenti danni a piante e cereali e scoperchiando tetti.

In Versilia una tromba d’aria ha investito le spiagge di Forte dei Marmi, Lido di Camaiore e Marina di Pietrasanta e ha colto di sorpresa alcune piccole imbarcazioni a vela partite dal club Velico di Marina di Pietrasanta (Lucca) e sulle quali si trovavano circa 20 persone tra adulti e bambini. Nel pomeriggio un violento nubifragio, con forte vento, si è abbattuto anche su Padova provocando allagamenti, l’abbattimento di alberi e cartelli stradali, e creando scompiglio tra le bancarelle del mercato delle piazze, nel centro storico.