Milano, sospesa l’area C da giovedì. “Sconcerto” di Legambiente

Pubblicato il 25 luglio 2012 20:41 | Ultimo aggiornamento: 25 luglio 2012 21:07

MILANO – L’area C di Milano è sospesa da giovedì. Lo ha deciso il Consiglio di Stato che ha sospeso la zona del centro di Milano con ingresso a pagamento per le auto.

La vicenda viene sintetizzata dal Corriere della Sera:

“L’autorimessa Mediolanum Parking, che ha sede in pieno centro, in largo Corsia dei Servi, aveva chiesto al Tar la sospensione del provvedimento. Il Tar ha rigettato l’istanza il 6 giugno scorso; i titolari del garage, che denunciano di essere gravemente danneggiati dalla «congestion charge» voluta dalla giunta Pisapia, hanno fatto ricorso alla Quinta Sezione del Consiglio di Stato, che ha ribaltato la sentenza del Tar. Il Consiglio, si legge nel testo dell’ordinanza, «accoglie l’appello e, per l’effetto, in riforma dell’ordinanza impugnata, accoglie l’istanza cautelare di primo grado». Ora toccherà al Tar della Lombardia fissare l’udienza di merito: da calendario dovrebbe tenersi a ottobre-novembre, ma probabilmente sarà anticipata. Nell’attesa dell’udienza, comunque, il ticket è sospeso”.

“Sconcerto” da Legambiente. ”Siamo sconcertati dalla decisione del Consiglio di Stato che affossa tutti i precedenti pronunciamenti del Tar Lombardia”. E’ questo il commento di Legambiente di fronte alla notizia dell’accoglimento, da parte del tribunale amministrativo, del ricorso presentato da un parcheggiatore del centro storico contro Area C. ”Ci pare paradossale e inaudito – dichiara Damiano Di Simine presidente di Legambiente Lombardia – che con una sentenza venga fatto prevalere l’interesse di un singolo operatore su quello di una intera città: ora ci auguriamo che vengano trovate soluzioni per impedire che la sentenza cancelli i risultati della congestion charge, perché ciò determinerebbe un gravissimo arretramento sul fronte del governo della mobilità urbana. Di una cosa siamo certi: non vogliamo tornare ad essere ostaggi di traffico e smog”.