Milano, un’altra tegola: nubifragio, allagamenti e città bloccata

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Maggio 2020 8:10 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2020 11:09
Milano, Ansa

Milano, nubifragio nella notte: esonda il fiume Seveso, blackout in varie zone (foto d’archivio Ansa)

ROMA – I forti temporali che si sono abbattuti nella notte su Milano hanno provocato l’esondazione del fiume Seveso.

E così un intero quartiere, quello attorno a viale Fulvio Testi, si è trovato sott’acqua. 

Tutto  è avvenuto intorno alle tre di notte.

Diversi i blackout segnalati in diverse zone di Milano.

Anche il fiume Lambro si è ingrossato ed è vicino ai limiti dell’esondazione.

Un albero è caduto anche lungo la linea tranviaria all’incrocio con via Rabolini, fortunatamente visto l’orario nessuno era presente.

I vigili del fuoco hanno lavorato diverse ore per liberare la strada. 

Le squadre sono ancora al lavoro per allagamenti, alberi caduti e soccorsi ad automobilisti nei sottopassi.

Ancora 100 le richieste di soccorso da evadere.

Evacuata la comunità di don Mazzi.

Come già accaduto numerose volte in passato in seguito a violenti nubifragi come quello di stanotte,anche la comunità residenziale terapeutica di don Antonio Mazzi è stata evacuata.

Le parole dell’assessore alla Mobilità del Comune di Milano

Marco Granelli, assessore alla Mobilità e ai Lavori pubblici del Comune di Milano, poco dopo la mezzanotte, ha fatto il punto della situazione su Facebook.

“Siamo nella fase più critica – ha scritto l’assessore – con l’ultima fase forte del temporale che da un’ora circa sta facendo piovere su Milano e sui bacini di Seveso e Lambro, comportando una salita dei livelli del Seveso nel quartiere di Niguarda, proprio nel momento in cui ci attendiamo l’arrivo dell’onda di piena da nord, fortunatamente deviata in parte considerevole dal canale scolmatore di Palazzolo potenziato con i recenti lavori degli ultimi anni”.

Il comunicato di Atm

Sul suo sito Atm comunica che i treni della linea M2 sono sostituiti da bus nelle tratte Famagosta-Assago e Famagosta-Abbiategrasso.

Quelli della M3, invece, saltano la fermata Zara; alternative: 90/91 da Sondrio a Stelvio/Farini. La M5 poi salta le fermate Marche e Zara. Limitate, inoltre, le corse di quattro linee di tram e di tre bus; mentre il filobus 90/91 e 92 utilizza dei bus di rinforzo tra le fermate Appio Claudio e Mac Mahon. La circolazione è fortemente rallentata sulla rete di superficie.

(Fonti: Facebook, Atm, Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev).