Napoli, libro delle vacanze per bambini: “A come accetta, C come cappio…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 agosto 2015 11:12 | Ultimo aggiornamento: 4 agosto 2015 11:12
Napoli, libro delle vacanze per bambini: "A come accetta, C come cappio..."

Napoli, libro delle vacanze per bambini: “A come accetta, C come cappio…”

NAPOLI – Sul libro delle vacanze appare un esercizio che ha sgomentato le mamme: “A… come accetta che ti voglio dare in testa. B, è la bastonata che ti arriva sulle gambe. C… come il cappio che ti stringe il collo”. Sembra uno scherzo, oppure una pagina di “Io speriamo che me la cavo“, invece è successo per davvero, a Napoli.

E’ successo che un libro (“Che spasso il ripasso“) assegnato ad alcuni alunni della scuola Neghelli e Collodi del quartiere Cavalleggeri. Probabilmente, come si evince nel racconto fatto da Maria Elefante sul Mattino, si tratta di un sabotaggio.

Racconta Elefante: Ad accorgersi dell’anomalia proprio una mamma napoletana, Lucia Piccirillo che nell’assegnare i compiti estivi al suo bambino di sette anni ha notato l’adesivo. «Scegliendo personalmente gli esercizi che mio figlio doveva compilare, mi sono accorta dell’adesivo a pagina 26 e ho notato che le scritte verso la fine erano poco sovrapposte». L’adesivo – applicato in un secondo momento per coprire le frasi inadeguate – riporta il corretto esempio dell’esercizio che i bambini devono eseguire. E così le prime tre letterine dell’alfabeto ritornano ad essere tre piccoli oggetti che fanno parte del mondo dell’infanzia come un aquilone, una balena ed una castagna. «Il libro è stato valutato dalle insegnati come uno dei migliori – spiega la preside Scalella – lo abbiamo scelto e suggerito come esercizio estivo, i genitori hanno poi approvato».