No Tav, sciopero della fame per l'anarchico Tobia Imperato

Pubblicato il 4 Marzo 2012 15:56 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2012 16:34

TORINO – Ha cominciato lo sciopero della fame Tobia Imperato, l'esponente anarchico torinese arrestato il 26 gennaio nell'inchiesta sugli scontri in Valle di Susa dell'estate scorsa fra No Tav e forze dell'ordine. Lo ha comunicato il suo legale, Claudio Novaro, oggi al raduno di Giaglione (Torino).

Imperato, che ora si trova ai domiciliari, con lo sciopero della fame protesta contro i divieti di colloquio che gli sono stati imposti dal tribunale. ''E' stato arrestato – ha detto Alberto Perino, uno dei leader dei No Tav – con l'accusa di avere preso un poliziotto per un braccio. In realta', visto che non potevano arrestarlo perche' aveva scritto un libro (''Le scarpe dei suicidi'', che racconta di un'inchiesta della magistratura degli anni '90 e della morte di due compagni – ndr), lo hanno arrestato perche' e' Tobia Imperato. Questa e' la repressione. Sappiatelo''.