Nocera Inferiore, lividi sul corpo della bimba di 8 mesi morta: genitori indagati

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Giugno 2019 16:29 | Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2019 18:46
Nocera Inferiore, bimba di 8 mesi morta nella notte: sul corpo lividi ed ecchimosi

Nocera Inferiore, bimba di 8 mesi morta nella notte: sul corpo lividi ed ecchimosi

SALERNO – Una bimba di otto mesi è morta nella notte tra venerdì e sabato 22 giugno nell’agro nocerino sarnese, in provincia di Salerno. La piccola è stata portata all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, dove è stato constatato il decesso.

Al momento le cause della morte sono ancora da stabilire, ma sul corpo della piccola c’erano diversi lividi, ecchimosi ed escoriazioni. I genitori della bimba sono indagati per omicidio, un atto dovuto per poter effettuare esami specifici, in primis l’autopsia.

La bimba, residente con la famiglia nel quartiere San Lorenzo a Sant’Egidio del Monte Albino (Salerno), è arrivata in ospedale intorno alle 3:30 di sabato già priva di vita. I medici del pronto soccorso hanno provato diverse manovre per rianimarla ma ogni tentativo è risultato vano.

La Procura ha disposto l’autopsia sul corpo della bimba, che sarà eseguita nel pomeriggio di lunedì 24 giugno. Intanto i medici hanno riscontrato da un primo esame la presenza non solo di lividi, ma anche di lesioni, e l’esame autoptico permetterà di determinare come le sono state inflitte.  

La vicenda è al centro dell’attenzione degli agenti della Squadra Mobile di Salerno e dei colleghi del Commissariato di Nocera Inferiore. I poliziotti hanno ascoltato i genitori della piccola per provare a ricostruire quanto accaduto. Ulteriori elementi utili ai fini dell’inchiesta potrebbero arrivare dall’esame esterno disposto sulla salma, al momento sotto sequestro nell’obitorio dell’ospedale nocerino.

Dopo il primo esame, per la presenza di lividi e lesioni, i genitori sono indagati per omicidio.  L’avvocato Ilaria Ruocco, difensore dei genitori della piccola, ha commentato: “Non c’è alcun provvedimento di fermo a carico dei genitori. Mi hanno chiamato solo per alcune formalità di rito”. 

ùL’avvocato ha definito “provati,” i genitori della piccola. In particolar modo la mamma che ha avvertito un malore durante l’interrogatori, cosa che ha reso necessario anche l’intervento del personale medico del 118. “Per adesso a carico dei genitori non c’è alcun provvedimento – ha concluso – sono stati chiamati qui solo per ricostruire i fatti”. 

Nel quartiere dove la piccola morta nel Salernitano è cresciuta sono tutti sconvolti ma c’è chi racconta che il papà della bimba aveva un passato con problemi di tossicodipendenza ed era da poco scappato da una comunità, ed aveva anche precedenti.

Sempre nel quartiere qualcuno ha riferito che la madre della piccola veniva picchiata, anche se lei non aveva mai presentato nessuna denuncia. I vicini hanno parlato di frequenti liti nella coppia. La bambina aveva anche un fratellino, di circa due anni, ed ora tutti si chiedono quale sia il suo destino.

Il sindaco di Sant’Egidio Monte Albino, Nunzio Carpentieri, ha confermato all’Ansa che la famiglia della bimba era già “attenzionata dai servizi sociali. I nostri servizi sociali avevano ricevuto alcune segnalazioni in merito alla famiglia della piccola e a quanto ci risulta avevano anche effettuato delle visite – riferisce il sindaco – sto per incontrare gli addetti dei servizi sociali per capire cosa è stato fatto e quale erano le problematiche relative a quella famiglia. Di sicuro è un fatto sconvolgente ed è altrettanto certo che qualcosa non ha funzionato – conclude il primo cittadino – ora cercherò di capire cosa. La famiglia della piccola viveva nel nostro comune da qualche anno, li ho sposati proprio io”. (Fonte: Ansa)