No-profit, Italia generosa: è la terza al mondo per fondazioni e donazioni

Pubblicato il 17 Novembre 2010 12:12 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2010 12:25

Con un patrimonio di 225 milioni, 30 fondazioni attive ed erogazioni per 25 milioni di euro, l’Italia è al terzo posto nella classifica mondiale per le attività filantropiche sul territorio dietro a Usa e Canada e davanti al Regno Unito, scavalcato nel 2007. E’ il dato con il quale si apre domani a Como il Wingsforum 2010, il congresso mondiale della filantropia locale.

La metà delle Fondazioni di comunità italiane è rappresentato dai 15 enti che fanno riferimento alla Fondazione Cariplo, che nel 2009 hanno ricevuto 3.845 donazioni per un valore complessivo di 9 milioni di euro, portando il patrimonio complessivo a quota 200 milioni, con un incremento del 7% rispetto al 2008.

Secondo Giuseppe Guzzetti, presidente dell’ente milanese, uno dei grandi azionisti di Intesa Sanpaolo, ”forse proprio nei momenti di crisi – si legge in una nota – scatta la molla della solidarietà e il nostro territorio non ha dimenticato questo valore: ci sono persone che donano agli altri quello che possono, costituiscono piccoli fondi che messi a reddito servono a finanziare progetti, senza intaccare il capitale”.

Guzzetti poi chiarisce che ”le Fondazioni di comunità sono organismi autonomi da Fondazione Cariplo” e ”dispongono già di un loro patrimonio: a ciascuna di queste fondazioni abbiamo dato una dote di partenza di 10 milioni di euro per costituire il patrimonio iniziale”. ”Oggi – conclude – possono rappresentare anche un modello efficace per generare una nuova welfare society a livello locale”.

5 x 1000