Prete organizza lotteria. In palio un tatuaggio. I soldi ai terremotati dell'Emilia

Pubblicato il 8 Giugno 2012 16:24 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2012 16:27

CERRETO GUIDI (FIRENZE), 8 GIU – Quadri composti con petali di fiori stesi lungo le vie del paese, che è un antico borgo sulle colline fiorentine, poi la messa, la processione e una lotteria, il cui ricavato sarà devoluto alle popolazioni dell'Emilia. A Cerreto Guidi, sabato e domenica l'Infiorata del Corpus Domini sarà dedicata a Mirandola (Modena), uno dei paesi colpiti dal terremoto. Fra i doni in palio alla lotteria, anche un tatuaggio, offerto da un tatuatore amico del parroco di Cerreto Guidi, don Donato Agostinelli.

''Nei giorni scorsi siamo andati a Mirandola per portare la nostra vicinanza e il nostro contributo – spiega don Donato – e fra i nostri due paesi è nato come un gemellaggio. Cosi', questa edizione dell'infiorata la dedicheremo agli amici che stanno combattendo con le conseguenze del terremoto''.

Una ventina di pittori comporranno opere sul tema 'Il libro dell'Apocalisse'. I quadri prima saranno riprodotti con i fiori lungo le vie del paese, per l'infiorata, e poi saranno venduti. Il ricavato andra' sempre in beneficenza a Mirandola. L'ultima opera riprodurra' il Duomo del paese modenese: l'edificio e' crollato per il sisma.

Appuntamento con l'infiorata per sabato. Domenica messa e processione, poi la lotteria. ''Un gruppo di amici tatuatori – racconta don Donato – non solo ci dara' una mano a ricostruire con i fiori le opere dei pittori, ma metteranno in palio, come premio della lotteria, un tatuaggio''.