Quote rosa nella giunta di Roma: Tar rinvia al merito il ricorso

Pubblicato il 22 Febbraio 2012 12:05 | Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio 2012 12:13

ROMA – Sara’ deciso direttamente nel merito, in un’udienza che sara’ fissata, il ricorso al Tar del Lazio contro il mancato rispetto delle quote rosa nella Giunta comunale di Roma. Lo ha deciso la II sezione del Tar su richiesta dei ricorrenti, tra cui due consigliere di opposizione in Campidoglio. Il ricorso resta quindi in vita nonostante il sindaco Gianni Alemanno abbia compiuto un rimpasto aggiungendo un terzo assessore donna. I legali delle ricorrenti chiederanno che il Comune sia condannato a pagare le spese.

”E’ stata dura, ma a furia di ricorsi abbiamo convinto anche il sindaco di Roma che le leggi, lo statuto e la Costituzione vanno rispettati – ha commentato a fine udienza l’avvocato Gianluigi Pellegrino, legale delle ricorrenti -. Nel merito chiederemo la certificazione e la condanna alle spese del Comune per gli atti di cui ora lo stesso sindaco ha riconosciuto l’illegittimita”’.

Ieri l’Avvocatura del Campidoglio ha depositato in tribunale l’ordinanza con la quale due giorni fa il sindaco ha rinnovato la Giunta affidando a Lucia Funari l’assessorato alla Casa e al patrimonio. Il ricorso al Tar era stato presentato dalle Consigliere comunali di Pd e Sel Monica Cirinna’ e Maria Gemma Azuni e dalle Consigliere di parita’ della provincia di Roma e della Regione Lazio Francesca Bagni e Alida Castelli.