Riccardo Magherini: a processo per omicidio colposo 4 carabinieri e 3 Croce Rossa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Febbraio 2015 16:01 | Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio 2015 16:36
Riccardo Magherini: a processo per omicidio colposo 4 carabinieri e 3 Croce Rossa

La morte di Riccardo Magherini (VIDEO)

FIRENZE, 3 FEB – Morte di Riccardo Magherini: accusati di omicidio colposo andranno a processo quattro carabinieri e 3 volontari della Croce Rossa. Il giudice per le udienze preliminari di Firenze ha rinviato a giudizio i 7 uomini indagati per la morte dell’ex calciatore avvenuta nella notte fra il 3 e il 4 marzo del 2014 durante un arresto.

Un carabiniere andrà a giudizio anche con l’accusa di percosse. Familiari e amici di Magherini hanno accolto la decisione del gup con un applauso.

Erano presenti anche tre dei militari imputati e i tre volontari della Croce rossa. Nei corridoi del tribunale sono presenti Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, amici e parenti di Magherini e anche volontari del 118 arrivati per manifestare solidarietà ai colleghi. Il fratello di Riccardo Magherini, Andrea, è entrato in aula portando delle foto del cadavere del fratello.

“Via la divisa!” e “Ora in galera!”, hanno gridato alcuni degli amici di Magherini quando è stato annunciato il rinvio a giudizio dei sette imputati. Molti dei colleghi di questi ultimi, invece, sono scoppiati in un pianto. “Bisogna fidarsi della giustizia – ha detto la moglie di Magherini”, Rosangela Galdino che, parlando del loro bambino, Brando, ha aggiunto: “Il processo è tutto per lui, che ogni giorno chiede di babbo”. Per Ilaria Cucchi il rinvio a giudizio è “importantissimo. Sono emozionata e commossa come se questa vicenda riguardasse me. Da come ho vissuto la giustizia mi aspettavo di tutto – ha aggiunto -. Ai Magherini dico di tenere duro e di andare avanti. In queste aule sentiranno dire tante cose non vere e ingiuste su Riccardo, ma loro devono andare avanti. L’attenzione mediatica è importante, per far capire come stanno davvero le cose”.

“Il rinvio a giudizio è importante – ha aggiunto il legale dei Magherini, Fabio Anselmo – la procura considera gli imputati responsabili. C’è tanto da fare, non possiamo adagiarci sugli allori: sarà un processo molto difficile. In ogni caso – ha concluso – l’arresto o il fermo di persone non capaci di intendere e volere è vietato dal codice”. Il processo inizierà l’11 giugno.

Secondo l’avvocato dei quattro carabinieri Francesco Maresca l’accusa di omicidio colposo è già una mezza assoluzione, perché significherebbe che non ci sono stati pestaggi: “È cristallizzata la responsabilità colposa, quindi che non ci sono stati pestaggi né comportamenti dolosi”.”Siamo sereni – ha aggiunto – Gli imputati, che erano in aula, hanno accettato il rinvio a giudizio”. “In aula (l’avvocato Anselmo, ndr) ha detto che Magherini era malato – ha spiegato Maresca – ma, che io sappia, non aveva forme patologiche di malattia, aveva assunto cocaina”

La morte di Magherini. Un video documentò quei drammatici momenti in cui Magherini (40 anni) si trovava a terra, circondato da carabinieri e bloccato in una posizione in cui è difficile respirare. Magherini urlava disperatamente “Aiuto! Sto morendo!”.

I testimoni hanno ammesso che gli uomini in divisa sferrarono calci al torace all’uomo, morto poco dopo. Inutile il tentativo del medico del 118 di rianimare il malcapitato e sono interessanti anche le registrazioni dei soccorritori mentre comunica con la centrale, dove si sente chiaramente che il ragazzo era privo di conoscenza e in stato di arresto cardiocircolatorio, quindi in contrapposizione a quanto detto dai carabinieri e cioè che Magherini era pericoloso e aggressivo.

In un secondo momento la famiglia di Magherini ha deciso di diffondere delle foto choc del cadavere di Riccardo sul letto dell’autopsia. IL VIDEO DELLA MORTE DI RICCARDO MAGHERINI: