Riviera Beach Games: “olimpiadi” tra pedalò e frisbee. 350mila presenti

Pubblicato il 5 agosto 2012 16:42 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2012 16:47

BOLOGNA – Non ci sono in palio medaglie olimpiche. Non si tira di scherma ma si va sul pedalò, oppure si lancia un fresbee sulla spiaggia. Sono i Riviera Beach Games, le speciali Olimpiadi dei giochi da spiaggia che nel fine settimana hanno portato nelle località balneari dell’Emilia-Romagna quasi 350 mila partecipanti, tra professionisti e semplici appassionati, in rappresentanza di 35 nazioni. Decine gli eventi in programma, dai Mondiali di beach tennis a quelli di frisbee freestyle, dallo street basket alla gara di pedalò, che ha avuto tra i suoi protagonisti i campioni di ciclismo Ivan Gotti e Ivan Quaranta.

”Mentre a Londra i grandi atleti vanno a caccia di medaglie – sottolinea l’amministratore delegato di Apt Servizi Emilia-Romagna, Andrea Babbi – sulle nostre spiagge tutti possono mettersi in gioco, accanto ai campione, in una grande festa dello sport. Il resto lo fanno il mare, la spiaggia e la voglia di stare insieme. E alla fine tutti sul podio del divertimento, festeggiando con una piadina e un buon bicchiere di Sangiovese”.

I numeri sono da capogiro: 6mila palline per il beach tennis, mille frisbee, 1.300 biglie, 2mila palloni per il beach volley. E ancora 130 tavole da surf, 35 canoe, 30 kayak e, per movimentare i campi da gare, circa 300 tonnellate di sabbia.