Roma, allerta terrorismo. Ma i vigili non ci sono

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Novembre 2015 12:42 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2015 12:43
Roma, allerta terrorismo. Ma i vigili non ci sono

Roma, allerta terrorismo. Ma i vigili non ci sono

ROMA – Roma, allarme terrorismo? In vigili in strada sono ridotti all’osso. E’ uno dei paradossi della capitale, impreparata anche nei momenti più concitati. Domenica non solo erano passate 36 ore dalle esplosioni di Parigi ma era anche una domenica ecologica, quindi di stop alla circolazione per i veicoli inquinanti. Eppure, documenta il Messaggero, i controlli erano pressoché nulli in centro:

Operazioni di controllo strettissime, trolley dei fedeli passati al setaccio, pattuglie e cecchini sui tetti di piazza Pio XII. Vaticano blindato ieri per il primo Angelus di Papa Francesco dopo le stragi di Parigi mentre il livello di sicurezza in Italia si è alzato a 2 (un gradino sotto la massima allerta) e i corpi speciali (Gis e Nocs) pronti a intervenire. Lo spiegamento di forze in Vaticano, strideva con l’assenza dei vigili in strada. C’era l’Angelus, ma anche la prima delle quattro domeniche ecologiche. E nella Capitale in strada le pattuglie delle divise bianche erano ridotte al minimo. Se quello di ieri doveva essere un primo test a tre settimane dal Giubileo, il risultato è impietoso. Per strada le auto circolavano come in qualsiasi altro giorno.

I CONTROLLI Una camionetta dell’esercito all’inizio di via di Porta Angelica accoglie i pellegrini, lungo la strada carabinieri e polizia, fino al varco a ridosso di porta Sant’Anna. I militari controllano con metal detector manuali gli zaini dei turisti, i passeggini, fanno aprire giacconi e cappotti. Fermati anche due turisti che portavano una valigia sospetta: all’interno un drone. Avrebbe voluto scattare foto sulla piazza, intento subito bloccato dalla polizia. Su piazza Pio XII decine di volanti della polizia, camionette dei carabinieri. Rafforzato numericamente l’impianto di sicurezza, mentre su uno dei tetti della piazza è posizionato un cecchino. Allarme alle 12, proprio quando il Papa saluta il popolo dei fedeli. Su un bus della linea 40 (simbolica, perché parte a ridosso di via della Conciliazione) viene trovato un sacchetto blu di plastica abbandonato. L’autista che si ferma su Corso Vittorio Emanuele allerta la polizia, arriva una volante: dentro solo immondizia.