Scontri tra ultras di Lazio e Siviglia a Roma: diversi accoltellati, uno è grave

di Redazione blitz
Pubblicato il 13 Febbraio 2019 23:08 | Ultimo aggiornamento: 14 Febbraio 2019 9:18
Scontri tra gli ultras di Lazio e Siviglia a Roma: diversi accoltellati, uno è grave

Scontri tra ultras di Lazio e Siviglia a Roma: diversi accoltellati, uno è grave (foto Ansa)

ROMA – Diversi accoltellati, di cui uno in gravi condizioni, dopo una rissa nel rione Monti, nel pieno centro di Roma, avvenuta in via Leonina in prossimità di via Cavour, tra tifosi di Lazio e Siviglia. Domani allo stadio Olimpico è in programma la partita di andata dei sedicesimi di finale di Europa League Lazio-Siviglia

Tra i feriti, secondo quanto riporta Sport Mediaset, ci sono due supporter spagnoli e anche un inglese (quest’ultimo, che potrebbe anche essere di nazionalità statunitense, è il più grave, assieme a uno dei due tifosi andalusi colpiti). Tra i ricoverati in ospedale ci sarebbe però anche un ultrà laziale.

La rissa sarebbe scoppiata intorno alle 21.30 in prossimità di un pub frequentato dagli ultras laziali e avrebbe coinvolto circa 40 persone. I due tifosi spagnoli feriti sono stati soccorsi in un ristorante dove si erano rifugiati mentre l’inglese in strada. 

“Era tutto tranquillo quando, poco dopo le 21 all’improvviso abbiamo sentito gridare e il rumore di vetri rotti. Ci siamo affacciati e abbiamo visto un gruppo di ragazzi con cappucci e il volto coperto armati di mazze e manganelli che si accaniva su altri ragazzi –  raccontano sconvolti i titolari di un locale del rione Monti a La Repubblica – poi è iniziato il fuggi-fuggi. Uno dei ragazzi spagnoli, ferito alle gambe, è entrato nel nostro locale. Chiedeva aiuto era spaventato e sconvolto”. 

Si sarebbe trattato di un blitz organizzato dunque, secondo il racconto dei testimoni: “Erano due gruppi. C’erano anche alcuni stranieri, li abbiamo sentiti gridare e parlare”. E ancora: “Sembrava una spedizione punitiva. Abbiamo visto correre decine di giovani vestiti di nero. Erano incappucciati. Altri indossavano caschi e avevano bastoni e cinture in mano. E’ come se stessero dando la caccia a qualcuno. E infatti, a un certo punto, hanno fatto irruzione in un locale – raccontano ancora alcuni ristoratori –  Quando è arrivata la polizia erano già fuggiti. La rissa sarebbe scoppiata in via Leonina dentro un pub frequentato da turisti stranieri dove vengono trasmesse anche le partite di calcio. E proprio lì,a qualche metro da quel locale, otto anni fa era stato pestato a morte un giovane musicista”.