Sciopero Genova, busta con proiettile a presidente Amt: aperta inchiesta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Novembre 2013 14:00 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2013 14:03
Sciopero Genova, busta con proiettile a presidente Amt: aperta inchiesta

Sciopero Genova, busta con proiettile a presidente Amt: aperta inchiesta (Foto LaPresse)

GENOVA – “Tagliamo te e tutti i supermanager saluti anche a B. e M.. ladro”. Un proiettile in una busta e un messaggio di minacce indirizzati al presidente di Amt è stata intercettata il 22 novembre a Genova. Dopo quattro giorni di sciopero e proteste, la busta è stata trovata il giorno prima che fosse firmata la bozza di accordo tra Comune, Regione Liguria e sindacati.

La Procura di Genova ha aperto un’inchiesta a carico di ignoti. L’ipotesi di reato è di minacce aggravate. La busta intercettata ne conteneva altre due: in una c’era il proiettile, nell’altra il biglietto di minacce. Sono stati gli agenti della polizia postale dell’aeroporto di Genova a intercettare la busta.

L’assemblea dei lavoratori di Amt, società partecipata del Comune di Genova che si occupa di trasporto pubblico locale, si “dissocia” pubblicamente da possibili intimidazioni come nel caso del ritrovamento di una busta con un proiettile indirizzata ai vertici aziendali: “I tranvieri non fanno queste cose, hanno fatto la Resistenza e le lotte degli anni ’70. Ci dissociamo da queste azioni”.