Scuola: mensa si paga anche se porti il panino da casa, polemiche a Vercelli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 settembre 2014 20:10 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2014 20:10
Scuola: mensa si paga anche se porti il panino da casa, polemiche a Vercelli

Foto d’archivio

VERCELLI – Il figlio non usa la mensa e si porta il panino da casa? I genitori devono pagare ugualmente una tariffa annuale alla scuola: 120 euro per il tempo prolungato, 80 euro per il tempo normale. Lo ha deciso il dirigente scolastico dell’istituto comprensivo “Serra” di Crescentino, Vercelli, già al centro delle polemiche per la decisione dell’amministrazione comunale di non far mangiare alla mensa delle elementari i bambini delle famiglie con debiti pregressi con il Comune.

“Si tratta – spiega il preside Giuseppe Graziano – di una quota per l’assistenza dei ragazzini che non sfruttano la mensa scolastica delle medie perché è troppo cara. La scuola, però, non ha soldi per pagare i docenti fuori servizio, ed è costretta quindi a chiedere ai genitori una quota annuale. Si tratta però di un costo minimo spalmato in tutto l’anno“.