Torralba (Sassari), nuovo assalto al latte: armati danno fuoco alla cisterna. Ieri trovato l’accordo

di Daniela Lauria
Pubblicato il 9 marzo 2019 10:09 | Ultimo aggiornamento: 9 marzo 2019 10:28
Torralba (Sassari), nuovo assalto al latte: armati danno fuoco alla cisterna il giorno dopo l'intesa

Torralba (Sassari), nuovo assalto al latte: armati danno fuoco alla cisterna il giorno dopo l’intesa

SASSARI – Nuovo assalto a una cisterna del latte in Sardegna: è successo all’alba di sabato 9 marzo nel territorio comunale di Torralba (Sassari). Due uomini a volto coperto hanno bloccato il mezzo che trasportava latte ed era diretto al caseificio “Fratelli Pinna” di Thiesi. L’autotrasportatore che non aveva ancora completato il giro della raccolta del latte è stato fatto scendere e allontanato dai due, che poi hanno dato fuoco all’autocisterna senza sversare il latte in strada.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri. L’ennesimo raid arriva il giorno dopo che è stato raggiunto l’accordo sul prezzo del latte ovino dei pastori sardi. Il tavolo convocato dal prefetto di Sassari Giuseppe Marani ha chiuso un’intesa che prevede 74 centesimi al litro, con l’impegno di un conguaglio a novembre in base al prezzo di mercato del pecorino romano.

L’assalto è l’ennesimo atto di un’escalation di proteste che stanno “inquinando” la lotta dei pastori sardi per il prezzo del latte. Già diverse procure sarde si stanno occupando di questi e di altri episodi, come il blocco delle autocisterne per far buttare il latte appena raccolto sulla strada, e sono già scattate le prime denunce.

Lo stesso caseificio Pinna, uno dei più importanti dell’Isola, era già stato vittima di un altro assalto a fine febbraio. E’ successo a Orune in provincia di Nuoro: durante lo svolgimento della votazione per le elezioni regionali, due uomini armati e con il volto coperto hanno bloccato un’autocisterna del latte, costringendo l’autista a scendere e a sversare a terra tutto il contenuto.

Fonte: Ansa