Tutor di nuovo attivi in autostrada per il controesodo: ecco la mappa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Agosto 2019 11:53 | Ultimo aggiornamento: 20 Agosto 2019 11:53
Tutor, foto Ansa

Un Tutor (foto Ansa)

ROMA – Attenti ai limiti di velocità in autostrada.

Nella guerra dei Tutor, infatti, alla fine ha vinto Autostrade per l’Italia. Il 10 aprile dell’anno scorso una sentenza della Corte d’Appello aveva imposto lo spegnimento dei Tutor per la violazione di un brevetto depositato dall’azienda Craft di Greve in Chianti. La Cassazione ha invece dato ragione ad Aspi ritenendo “del tutto infondati i motivi per i quali la Corte di Appello di Roma aveva ritenuto che il sistema di controllo della velocità media violasse le norme relative alla proprietà intellettuale della società Craft e dovesse essere rimosso”, spiega la stessa Aspi in una nota, annunciando di aver già riattivato le squadre per la reinstallazione del sistema, “così da consentirne la messa a disposizione in tempi brevi alla Polizia Stradale al fine di potenziare i controlli già in essere sulla rete tramite l’attuale sistema SICVe-PM”.

Attenti, quindi, ai limiti.

“I tecnici di Aspi sono già al lavoro insieme alla Polizia Stradale per riattivare progressivamente le prime tratte sotto monitoraggio del Tutor a partire dal contro-esodo – sottolinea il gestore -. Le tratte arriveranno a 1.000 km entro la fine della prima settimana di settembre. Le riattivazioni proseguiranno poi fino alla originaria copertura di 2.500km”.

Il Messaggero ha stilato anche un elenco delle principali autostrade dove verranno riattivati i Tutor in questi giorni:

“Si parte dall’A1 Roma-Napoli dove le telecamere verranno riaccese tra Reggio Emilia e Bologna e inquattro tratte tra Roma e Napoli. Tre postazioni riattivate anche sull’A13 tra Bologna e Rovigo. Sull’A14 Adriatica tre tutor tra Bologna e Castel San Pietro e altri quattro tra Foggia e Bari. Attenzione anche sull’A4 tra Milano e Bergamo (quattro tratte controllate) e sull’A7 tra Genova e Serravalle (altre due zone monitorate). Infine telecamere attive di nuovo anche sull’A26 tra Genova e Alessandria (quattro postazioni), sull’A8 Milano-Varese e sull’A30 che collega Caserta a Salerno. Poi nei prossimi mesi le verifiche della velocità verranno riattivate in tutti i punti dove erano già presenti”.

Fonte: Ansa, Il Messaggero.