Università/ “Lavorare tanti, lavorare gratis”: a Pisa vogliono far lavorare senza retribuire

Pubblicato il 27 Luglio 2009 12:29 | Ultimo aggiornamento: 27 Luglio 2009 12:29

“Lavorare meno, lavorare tutti”. Lo storico slogan della contestazione di sinistra ha trovato un ideale, ironicamente tragico, contrappunto in una recente decisione dell’ateneo di Pisa.  “Lavorare tanti, lavorare gratis”, in queste poche, semplici, parole ecco riassunta la filosofia che impronta la serie di bandi che l’università toscana ha pubblicato in questi giorni o si appresta a fare nei prossimi.

L’ateneo pisano ha messo infatti a bando 264 contratti di insegnamento per corsi annuali o semestrali. Di questi posti, ben 204 non saranno retribuiti o, per dire altrimenti, saranno “a titolo gratuito”. Pisa ha potuto indire questo particolare bando approfittando delle disposizioni di un decreto ministeriale dell’8 luglio.

Frattanto la protesta sale e diverse organizzazioni hanno lanciato la campagna di boicottaggio sotto lo slogan “Io gratis non lavoro”.