Val Ridanna, auto precipita nella scarpata: due ragazze morte

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Luglio 2019 10:13 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2019 12:08
Val Ridanna, auto precipita nella scarpata: due ragazze morte. Altrettante ferite

L’auto precipitata nella scarpata in Val Ridanna (foto ANSA)

BOLZANO – E’ di due morti e due feriti il bilancio di un grave incidente avvenuto ieri sera, 23 luglio, in val Ridanna. Quattro ragazze stavano tornando a valle lungo una strada forestale, dopo il loro turno di lavoro alla malga Aglsbodenalm, quando la loro auto, forse per un guasto tecnico, è uscita di strada e precipitata per alcune centinaia di metri.

Molto difficile è stato l’intervento dei soccorritori. Sul posto sono anche intervenuti due elicotteri. Due ragazze, una di 17 e una di 19 anni, sono morte sul colpo, mentre le loro amiche sono state trasportate in ospedale. In val Ridanna la notizia ha causato grande sconcerto.

Le vittime sono Miriam Volgger, 17 anni di Racines, e Irina Senn, 19 anni di Vipiteno. Sono invece rimaste ferite, la conducente di 19 anni e un’altra passeggera di 41 anni, che ora sono ricoverate negli ospedali di Bolzano e Vipiteno. Non sarebbero in pericolo di vita. I carabinieri indagano sulle cause dell’incidente.

Il piccolo fuoristrada sul quale viaggiavano le quattro donne è precipitato per oltre cento metri lungo un burrone. “L’auto – spiega Philipp Braunhofer del soccorso alpino della val Ridanna – stava scendendo lungo una strada forestale piuttosto ripida, quando su un tratto con alcune leggere curve è uscito di strada per motivi ancora in via di accertamento”. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e il soccorso alpino, oltre ai carabinieri e alla Croce bianca. I soccorritori si sono calati con le corde lungo il pendio per prestare i primi aiuti, ma anche per mettere in sicurezza la vettura, completamente distrutta nella caduta. Gli occupanti sono stati recuperati da due elicotteri con il verricello. (fonte ANSA)

Tampona un’auto che poi si schianta in una scarpata

Un incidente simile, anche se con conseguenze meno gravi, è avvenuto lunedì sera sulla statale 80 di San Nicolò (Teramo). Nel sinistro sono rimaste coinvolte una Toyota Auris, condotta da un uomo di circa 40 anni e una BMW X3, guidata da un uomo di 58 anni.

Da una prima ricostruzione sembrerebbe che la Toyota abbia tamponato la BMW facendola terminare fuori strada lungo una scarpata dove si è ribaltata su un fianco. Il conducente dell’auto ha riportato traumi che hanno reso necessario il suo ricovero presso l’ospedale di Teramo. (fonte IL MESSAGGERO)