Afghanistan, soldati americani uccisi: il bilancio è arrivato a mille

Pubblicato il 28 Maggio 2010 10:18 | Ultimo aggiornamento: 28 Maggio 2010 15:06

Il bilancio dei morti statunitensi nella guerra in Afghanistan è arrivato venerdì a mille, a quanto riferisce l’Associated Press. La millesima vittima è stata uccisa da un mina lungo una strada nell’Afghanistan meridionale. Lascia la moglie e due figli.

Il comunicato della Nato con cui si è data notizia della morte odierna non fornisce dettagli riguardo a dove esattamente il soldato è rimasto ucciso. Le forze americane e della Nato nel sud dell’Afghanistan si stanno preparando ad una massiccia offensiva volta a rafforzare il controllo governativo su Kandahar, la più grande città del sud ed ex-quartier generale dei talebani.

La lista dei soldati americani uccisi in combattimento in Afghanistan comincia con il sergente Nathan Ross di San Antonio, Texas. Il trentunenne membro delle Forze Speciali è stato colto in una imboscata il 4 gennaio 2002, dopo un incontro con leader afghani nella provincia di Khos.

Altrove in Afghanistan, funzionari del governo di Kabul hanno detto di non aver ancora ricevuto rapporti certi sulla morte del comandante talebano Maulana Fazlullah, leader delle forze talebane che tre anni fa conquistarono la valle di Swat. Fazlulla sarebbe stato ucciso nei violenti combattimenti in corso nella provincia di Nuristan, nell’Afghanistan orientale.