Cambogia, il compagno Duch si appella contro la condanna

Pubblicato il 27 luglio 2010 12:22 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2010 15:22

Kaing Guek Eav

L’aguzzino dei khmer rossi cambogiani Kaing Guek Eav, meglio noto come compagno Duch, condannato ieri a 35 anni per l’uccisione di migliaia di persone, farà appello contro la sentenza. Lo ha reso noto il suo avvocato.

“Faremo appello al verdetto”, ha dichiarato il suo legale, Kar Savuth, senza fornire altri particolari. Duch, 67 anni, dirigeva la prigione di Tuol Sleng a Phnom Penh, dove furono torturate e uccise 14.000 persone. Ha già scontato cinque anni di detenzione illegale e altri 11 di legale e potrebbe uscire fra 19 anni.