Cronaca Mondo

Ikea risarcisce le famiglie dei bimbi uccisi dalle sue cassettiere per 50 milioni di dollari

Ikea risarcisce le famiglie dei bimbi uccisi dalle sue cassettiere per 50 milioni di dollari

Ikea risarcisce le famiglie dei bimbi uccisi dalle sue cassettiere per 50 milioni di dollari

ROMA – Un risarcimento da 50 milioni di dollari alle famiglie delle tre piccole vittime e altri 250mila dollari in beneficenza a ospedali per bambini ad un gruppo no-profit per la sicurezza e la prevenzione. Questa la cifra che Ikea è pronta a sborsare dopo che le cassettiere Malm hanno schiacciato e ucciso tre bambini negli Stati Uniti a causa del loro ribaltamento. La cassettiera del gruppo svedese è stata ritirata dal mercato, ma ora arrivano i risarcimenti per le famiglie dei tre bimbi uccisi negli Stati Uniti, come annunciato dallo studio legale Feldman Pastore di Philadelphia che ha seguito il caso.

Oltre al risarcimento milionario, che sarà diviso tra le tre famiglie, Ikea donerà anche soldi a ospedale per bambini e investirà in progetti per la sicurezza dei più piccoli. Al momento però altre morti sono state associate alle cassettiere, per cui la società ha disposto il richiamo e spiegato che questi mobili vanno fissati alle pareti per evitarne il ribaltamento, che ha intrappolato e schiacciato i bimbi deceduti per le ferite riportate. L’Ikea in una nota ha spiegato:

“Le cassettiere richiamate sono instabili, se non adeguatamente ancorate al muro, e presentano un grave rischio di ribaltamento e intrappolamento che può causare la morte o lesioni ai bambini”.

To Top