Isis colpisce in Nigeria: undici cristiani uccisi per vendicare Al Baghdadi

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 Dicembre 2019 14:11 | Ultimo aggiornamento: 27 Dicembre 2019 14:11
Isis colpisce in Nigeria: undici cristiani uccisi per vendicare Al Baghdadi

Abu Bakr al Baghdadi, leader Isis ucciso in un raid Usa (Ansa)

ABUJA – Il terrorismo di matrice islamica torna a colpire in Nigeria. Il sedicente Stato Islamico in Africa occidentale (ISWAP), una fazione di Boko Haram che nel 2016 ha giurato fedeltà all’Isis, ha pubblicato online un video che mostra l’uccisione di undici cristiani. L’organizzazione terroristica ha dichiarato che quest’azione fa parte della sua campagna per “vendicare” le morti di ottobre del suo leader e del suo portavoce in Siria, rispettivamente Abu Bakr al-Baghdadi e Abul-Hasan Al-Muhajir. 

Nel video pubblicato da Amaq, l’organo propagandistico del gruppo, si vedono 11 uomini con gli occhi bendati che vengono fucilati e pugnalati da miliziani della Provincia dell’Africa Occidentale dello Stato Islamico (Iswap) in una località sconosciuta.

Secondo il giornalista nigeriano Ahmad Salkida, esperto del fenomeno jihadista nel Paese, il massacro sarebbe avvenuto nel giorno di Natale. Nel video i terroristi affermano di avere ancora due ostaggi. Il 17 dicembre il gruppo aveva diffuso un altro filmato in cui 13 ostaggi chiedevano l’aiuto del presidente nigeriano, Muhammadu Buhari, e della Christian Association of Nigeria (Can). Secondo Salkida tre delle 13 persone apparse nel video sono di confessione islamica.

“Li abbiamo uccisi per vendetta per la morte dei nostri leader, tra cui Abu Bakr al-Baghdadi e Abul Hasan Al Muhajir, in Iraq e Siria”, si sente ripetere da uno dei terroristi apparsi nel filmato. Secondo Salkida, l’Iswap aveva aperto una canale di negoziato con il governo di Abuja, ma le autorità avrebbero rifiutato di contrattare con i terroristi. (Fonti: Ansa, Agi, Bbc)