Messico, rapina alla zecca come ne La Casa di Carta: sottratti oro e preziosi per 2,5 milioni di dollari

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 Agosto 2019 12:42 | Ultimo aggiornamento: 7 Agosto 2019 12:42
Rapina alla zecca di Città del Messico

La zecca di Città del Messico

CITTA’ DEL MESSICO  –  Dalla tv alla realtà, dalla Spagna al Messico: come nella serie La Casa di Carta la zecca federale di Città del Messico è stata presa d’assalto da un commando di uomini armati che hanno fatto irruzione nel quartier generale e hanno rubato monete d’oro, gioielli e preziosi per un controvalore di circa due milioni e mezzo di dollari.

Il responsabile della pubblica sicurezza della città, Jesús Orta Martínez, ha riferito all’emittente Telediario che tre uomini armati hanno disarmato le guardie di sicurezza e “sono andati direttamente al caveau, che era aperto”.

Il funzionario ha riferito che i rapinatori sono scappati con monete d’oro, orologi e altri oggetti di valore. Non ha quantificato il bottino, ma i media locali hanno indicato che gli oggetti rubati potrebbero valere fino a 50 milioni di pesos (2,5 milioni di dollari). Tra i valori sottratti, delle vecchie monete d’oro da 50 pesos coniate per la prima volta nel 1921 per commemorare i primi 100 anni di indipendenza. La sicurezza sarebbe in possesso di immagini di sorveglianza che mostrano il volto dei rapinatori.  

Gli inquirenti, riporta la testata La Vanguardia, sospettano che di mezzo ci possa essere qualche impiegato. Il mini commando è poi scappato su delle moto prima dell’arrivo della polizia. Non ci sono stati feriti.

La Zecca messicana è stata rapinata anche l’anno scorso, quando l’edificio era in via di ristrutturazione. (Fonti: Ansa, La Vanguardia, Telediario)